Ibrahimovic parla a 360 gradi nel giorno del suo 40esimo compleanno: “Non sono ancora soddisfatto, voglio il massimo dal Milan”.

Nel giorno del suo compleanno, Zlatan Ibrahimovic ha rilasciato una lunga intervista a Milan TV. Ecco le sue dichiarazioni

Sull’Ibra di oggi: “E’ più completo, più calmo, ma ogni tanto è come il vecchio Ibrahimovic. Sono più tranquillo, rilassato e con più esperienza. Mi comporto in modo diverso, avendo un ruolo diverso in campo e fuori. Ora non faccio più le cose a duemila all’ora, le faccio con calma”.

Sulle scelte fatte nella sua carriera: Penso che tutto quello che è successo, e che sta succedendo, deve succedere. Se dovessi tornare indietro non cambierei nulla, così mi sento perfetto. Tutte le scelte che facciamo sono una parte della vita, giuste o sbagliate che siano”.

Su chi gli dice che è vecchio: “Questo mi stimola. Ogni volta che mi dicono che sono vecchio mi fanno fare le cose per dimostrare che non lo sono”. 

Su Pato: “Era un giocatore fantastico, il più completo che io abbia mai visto. Mi dispiace per gli infortuni che ha avuto, ma quando stava bene era troppo forte. Poi la sua qualità è uscita poco a causa degli infortuni, ma è stato un grande talento e ha fatto saltare i tifosi del Milan”.

Sull’infortunio subito a Manchester: “In quel periodo è cresciuta stata la testa. Sono diventato più forte mentalmente. Lavori in un modo diverso, più statico, più triste e più lento. Devi avete tanta pazienza ed essere forte per controllare i nervi”.

Di nuovo sull’Ibrahimovic attuale: “Ogni giocatore cambia dopo l’età che ha. Non posso giocare come 5 anni fa, ho un altro fisico, un altro pensiero e un’altra esperienza. Riesco a giocare ancora perché mi è stato dato un gioco in cui posso aiutare la squadra nel miglior modo, non esagero nelle energie che mi possano mettere fuori condizione. Poi mi alleno, mi piace allenarmi tanto, devo essere equilibrato. Quando vedo la squadra voglio essere trattato come loro: se faccio meno, loro fanno meno. Io vado al massimo, ma ogni tanto questa cosa mi va contro. Ma è la mia mentalità. Puoi avere tanto talento, ma se non hai testa”.

Pioli e Ibrahimovic

Sul Milan di Pioli: “I ragazzi stanno bene, hanno grande voglia, sono tutti disponibili e vogliono fare di più. In campo si comportano diversamente, c’è più fiducia. Mi dispiace di non riuscire a giocare, ma quando ci sono faccio paura”

Su Maldini: “Ho un bel rapporto con tutti, sono qua per aiutare e dare il più possibile. Se posso aiuto anche la dirigenza. Con Paolo ho un grande rapporto. Ora fa il dirigente e sta crescendo molto, ha fatto un grande lavoro. Non è uno che si nasconde, si fa vedere anche nelle relazioni con i giocatori. Parla con tutti e ogni giorno è agli allenamenti. Questo approccio è molto importante. Quando arrivano giocatori da tutto il mondo c’è la pressione di fare bene e per portare risultati serve una figura come la sua. Anche Massara è bravo. Per Gazidis mi dispiace, è molto disponibile. Quando si vince siamo “uno”, quando si perde siamo “uno”. Tutti hanno un ruolo importante”.

Sul futuro: “Prima devo giocare, poi pensiamo al secondo step. Ora voglio giocare il più possibile, non voglio lamentarmi un giorno di voler giocare ancora. Non mi sento di dire che sono arrivato a questo step, io mi sento ancora il più forte di tutti, posso portare risultati e soddisfare i tifosi. Lo step due dipenderà dalla disponibilità del club. Ora il progetto è differente, ma io sono qua da un e mezzo e abbiamo creato una cosa importante e differente rispetto a come era abituato il Milan. E’ così, una grande sfida, ma è una bella sfida che può diventare una soddisfazione totale. Con metà stadio sembra pieno. Ora aspettiamo l’altra metà per farlo saltare di più”.

Sul suo obiettivo: “Ho voglia di fare di più. Non sono soddisfatto. Quando sarò soddisfatto dirò addio al calcio. Il calciatore deve avere fame. Se non sei soddisfatto non ti svegli con la voglia di fare di più. Le mie aspettative sono alte, sia dai miei figli che dai figli al Milan. Voglio camminare sul fuoco per sentirmi vivo. Ogni tiro, ogni passaggio e ogni energia che passo ai miei compagni, voglio che continui il più possibile, senza limiti”.

Un messaggio ai tifosi: “Voglio ringraziare tutti. Ogni volta che entro mi fanno sentire importante, felice, a casa. Quando torno faccio paura e voglio far saltare 80mila persone”.

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP

Riproduzione riservata © 2021 - NM

Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 03-10-2021


Offerte dall’estero per Leao: no del Milan

Baresi: “Andare in B con il Milan? Mi ha fortificato, sono rinato”