Boom di decessi in Svezia nelle ultime ore: sono oltre 15.300 i casi di Coronavirus nel Paese. Questo repentino mutamento della situazione potrebbe far cambiare idea a Ibrahimovic.

Zlatan Ibrahimovic rimanda il ritorno in Italia. Il fuoriclasse svedese, infatti, ha deciso di rimanere in Svezia e rientrare a Milano solo quando ci sarà una data certa per la ripresa del campionato (e di conseguenza degli allenamenti). Fino a quando si resterà nel campo delle ipotesi l’attaccante rossonero si allenerà a Stoccolma.

Milan-Genoa Fiorentina-Milan Milan-Torino Milan-Juventus Inter-Milan derby Milan-Verona Brescia-Milan Milan-Udinese Zlatan Ibrahimovic Milan-Udinese Massimiliano Mirabelli

Ma proprio in Svezia l’emergenza Coronavirua sta avanzando in questi giorni. I decessi hanno superato quota 1.700 e sono oltre 15.300 le persone che hanno contratto il Covid-19. Gli ultimi dati confermano che la Svezia è la nazione del Nord Europa più colpita dall’epidemia. Le autorità svedesi, comunque, continuano a tenere il Paese aperto, affidandosi al buonsenso e alla responsabilità dei cittadini per il rispetto del distanziamento sociale.

Come detto, Ibrahimovic ha posticipato il rientro a Milano in attesa della ripresa ufficiale degli allenamenti e si tiene in forma con l’Hammarby a Stoccolma, dove vive insieme alla famiglia. Ma il repentino mutamento di scenario delle ultime ore – osserva il Corriere dello Sport – potrebbe far cambiare idea al campione rossonero. I vertici di via Aldo Rossi, ovviamente, lo attendono a Milano.

TAG:
coronavirus Covid-19 Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 22-04-2020


Milan, scende il budget a disposizione di Rangnick: 75 milioni più il 50% delle cessioni

Materazzi: “Ibrahimovic? Mi porta rancore. Si sente Dio”