Ibrahimovic-Milan, addio sempre più probabile: la situazione

Ibrahimovic-Milan, addio sempre più probabile

Difficilmente Ibrahimovic accetterà di prolungare il suo contratto con il club. Lo sfogo di mercoledì con Gazidis è piuttosto indicativo.

L’addio di Ibrahimovic sembra ormai certo. Lo sfogo con Gazidis ha evidenziato il malumore dello svedese, che non ha usato mezzi termini con l’amministratore delegato rossonero: “Non è più il mio Milan. Non c’è un progetto, se io sono qui è soltanto per passione. Perché sei stato assente così tanto tempo e ti fai vedere a 48 ore dalla partita per la finale?”, avrebbe affermato Ibra al manager sudafricano.

Mino Raiola
Nella foto: Mino Raiola

Come riporta il quotidiano Tuttosport, il club non avrebbe nulla in contrario a trattenerlo e anche Rangnick non avrebbe posto veti sulla sua permanenza, ma sembra improbabile che Zlatan possa decidere di rinnovare il suo contratto. Come detto, quanto successo mercoledì a Milanello è piuttosto significativo e non può non lasciare il segno.

Lo stesso Mino Raiola, agente di Ibrahimovic, non è mai stato tenero con Elliott e il suo progetto: “Non mi piace perché non credo che questo sia il Milan che il mondo conosce. Io non ho mai parlato né con Gazidis né con altri, ma se questo è il Milan che vogliono, gli consiglio di trovare al più presto un acquirente”. Ma quale potrebbe essere il futuro di Ibra? Napoli, Bologna e Monza, che lo avevano già cercato nei mesi scorsi, potrebbero fare un altro tentativo, ma ad oggi l’ipotesi più probabile è il passaggio all’Hammarby.

Aggiornato il: 12-06-2020