L’ex CFO rossonero, Zvone Boban, ha parlato di un patto tra lui e Ibrahimovic: “Avevamo un gentlemen agreement”.

Nel corso dell’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, Zvonimir Boban si è soffermato a lungo su Zlatan Ibrahimovic: “Avevo chiesto a febbraio di rinnovare il suo contratto – ha dichiarato l’ex dirigente rossonero – perché avevamo con lui un gentlemen agreement: il patto era che, se non fosse stato sufficientemente in forma, avrebbe smesso da solo. Ecco, ero sicuro che non ci sarebbero stati problemi con lui, perché Zlatan è consapevole di se stesso e del suo corpo. Però il rinnovo in quel momento non si è potuto fare, diciamo così”.

Bergomi Dani Olmo Xhaka Elneny Rebic Zvonimir Boban Todibo Keita Balde

Il futuro di Ibra dovrebbe essere ancora al Milan, ma il fuoriclasse svedese non ha ancora prolungato il suo contratto con il club: “Ibrahimovic è un genio – ha affermato Boban – una forza della natura e fa ancora la differenza. È fondamentale che rimanga ancora almeno per un anno. La sua importanza è evidente e ha molteplici aspetti. Con lui è cambiato tutto nella squadra, a cominciare dalla crescita dei giovani. Basta vedere Rafael Leao che è un talento straordinario, ma aveva bisogno di una guida e ha avuto la migliore possibile. Per tutto questo, dobbiamo sempre ringraziare e rispettare Zlatan”. 

TAG:
Boban Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 07-08-2020


Boban: “Rifarei tutto. C’è la base per un vero Milan”

Ibra-Milan, siamo ai dettagli: a breve la firma sul rinnovo