Ibrahimovic non risponde: il Milan aspetta (ma non per molto)

Ibra non risponde: il Milan aspetta (ma non per molto)

I rossoneri si aspettavano un segnale da parte di Ibrahimovic, che invece continua a prendere tempo. Ma la pazienza ha un limite.

Il Milan ha alzato l’offerta, avvicinandosi alle richieste di Ibrahimovic, ma la risposta del campione svedese non è ancora arrivata. Il tempo comincia a stringere e la pazienza (di Elliott) non è infinita. I vertici di via Aldo Rossi si aspettavano di risolvere la questione Ibra in tempi decisamente più brevi, invece la trattativa sta andando (troppo!) per le lunghe.

Casa Milan

Come riporta l’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, la mancanza di segnali comincia a fare rumore. Tuttavia, da Casa Milan continua a filtrare ottimismo sulla chiusura dell’affare. Questo perché – come detto – le parti si sono avvicinate parecchio negli ultimi giorni, con i dirigenti rossoneri che hanno alzato la proposta d’ingaggio a 6 milioni di euro. Ma resta il nodo bonus, poco graditi a Ibrahimovic e invece funzionali all’offerta milanista.

Difficilmente la risposta di Ibra arriverà entro domani, giorno in cui la squadra si ritroverà a Milanello per sottoporsi ai tamponi. Il raduno non rappresenta una deadline (Zlatan può firmare anche nei prossimi giorni), ma è comunque un primo bivio. Una cosa è certa: se a stretto giro di posta non dovessero arrivare segnali da parte di Ibrahimovic, il Milan dovrà cominciare a guardarsi intorno.

Aggiornato il: 23-08-2020