Intervista del centravanti argentino Gonzalo Higuain: “Mia madre mi ha detto di non farlo, che avrei dovuto continuare. Fosse dipeso da me, avrei mollato”.

L’ex attaccante del Milan, Gonzalo Higuain, ha rilasciato una intervista al quotidiano spagnolo “Marca”. Ecco alcune dichiarazioni: “Ero sul punto di smettere di giocare a calcio ma mia madre mi ha detto di no, che avrei dovuto continuare. Fosse dipeso da me, avrei mollato. Amo il calcio, ma amo mia madre di più. Mi ha detto che non avrebbe permesso che lasciassi per lei. La gente dice “con tutti quei soldi che guadagni”, ma gli amici non possono essere comprati. Da 14 anni trascorro il Natale con persone diverse, mi piacerebbe vedere mia madre e lei però deve farsi 15 ore di aereo. Certo che posso pagare il biglietto, ma lei non è a 10 minuti da me. Tutti giudicano solo per quello che fai in campo, senza pensare al resto. È troppo esagerato, ma ormai sono abituato”.

Coronavirus derby Eriksen San Siro Ricardo Rodriguez

“Mi pento sempre di chiudermi in me stesso e rimanere a casa – ha aggiunto il Pipita invece di uscire per strada, per paura di quello che potrebbero dirmi. Ci sono persone che fanno tante cose brutte e che se ne vanno in giro a faccia scoperta senza vergogna. E invece noi, che non abbiamo ammazzato nessuno, che facciamo le cose bene e che in fondo siamo solo degli sportivi, non possiamo andarcene in giro sereni?”.

TAG:
Gonzalo Higuain

ultimo aggiornamento: 26-04-2020


Milan, Donnarumma apre al rinnovo: vuole restare

Milan, Emerson obiettivo per la fascia destra