Il norvegese sforna l’ennesimo capolavoro, Tatarusanu ci mette le manone. Il Milan vince anche a Praga e scavalca il Lille: rossoneri primi nel gruppo H.

Europa League, Sparta Praga-Milan 0-1. Stavolta partiamo dal finale, dal 93esimo, dall’occasione da gol per Karlsson, o meglio, dalla parata super di Tatarusanu. Il portiere si prende la sua personale rivincita, dopo le critiche ricevute, salva il risultato e consente ai rossoneri di chiudere al primo posto il Gruppo H. Solo applausi per l’estremo difensore rumeno, così come per il resto della squadra.

Ciprian Tatarusanu
Nella foto: Ciprian Tatarusanu

Pioli manda in campo un Milan imbottito di seconde linee, ma il gruppo risponde alla grande. Perché il Diavolo ha le idee chiare e tanta, davvero tanta voglia di vincere. La vittoria arriva grazie alla prodezza di Jens Petter Hauge, che al minuto 23 si inventa il solito gol da predestinato: dribbling secco, incursione in area e piattone destro là dove Heka non può arrivare.

I rossoneri gestiscono bene il match, sprecano un po’ troppo ma tengono il campo senza problemi. L’unico brivido, come detto, arriva al 93esimo. Un successo importantissimo e non soltanto per l’obiettivo centrato: mister Pioli, infatti, ha avuto risposte importanti anche da quelli che hanno giocato meno fin qui. Avanti così: ora testo al campionato, l’Europa League va in archivio fino al 2021-

TAG:
Europa League Milanello slider Sparta Praga-Milan

ultimo aggiornamento: 10-12-2020


Europa League, Tatarusanu a Sky: “Sono contento, partita dura. Il mio ruolo non è facile”

Europa League, Dalot a Sky: “La squadra è stata fantastica”