Dopo il brutto infortunio al crociato rimediato nel 2017, molti parlavano di ritiro. Ibrahimovic, invece, è riuscito a tornare più forte di prima.

Trentanove anni e non sentirli. Zlatan Ibrahimovic sta vivendo una seconda (forse terza!) giovinezza con il Milan. Lo svedese è riuscito a lasciarsi alle spalle un grave infortunio al ginocchio, lavorando sodo e credendo e credendo in sé stesso.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, Ibra ha attirato l’attenzione della comunità scientifica americana. Alcuni specialisti della Facoltà di Medicina di Pittsburgh, infatti, hanno studiato il suo recupero dopo l’infortunio al crociato patito nel 2017 all’età di 35 anni.

esultanza gol Ibrahimovic

Zlatan aveva registrato danni significativi ai legamenti del ginocchio, tanto che molti ipotizzavano un suo ritiro anticipato. Il recupero di Ibrahimovic, dunque, è qualcosa di inumano per gli scienziati di Pittsburgh: “Il suo ginocchio – dichiarano – è semplicemente irrealistico per un calciatore che ha giocato ad alto livello per 20 anni. Non abbiamo mai visto niente del genere”. Da qui l’intenzione di studiare il suo ginocchio quando deciderà di appendere gli scarpini al chioso. 

Milanello

ultimo aggiornamento: 07-11-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Tonali non “esplode”, ma il Milan si aspetta tanto da lui

Milan, la probabile formazione contro il Verona