Gazidis: "Abbiamo una grande sfida davanti. Ibra? Sono ottimista"

Gazidis: “Abbiamo una grande sfida davanti. Ibra? Sono ottimista”

Ecco le dichiarazioni rilasciate nella sala conferenza del centro sportivo di Milanello dall’a.d. rossonero, Ivan Gazidis.

Presente a Milanello per il primo allenamento della nuova stagione, l’amministratore delegato rossonero, Ivan Gazidis, ha parlato in conferenza stampa. “Il Covid, per noi e per la comunità, è stata una grossa sfida. Il calcio è una comunità e gioca un ruolo molto importante nel ritorno alla normalità. Speriamo di riavere i tifosi allo stadio in sicurezza, loro sono una parte molto importante del calcio. Ci mancano i nostri tifosi, vogliamo farli sentire parte del club e li vogliamo allo stadio, prima possibile, ma solo in sicurezza”.

Si parla anche delle strategie di mercato: “Abbiamo una squadra giovane – ha affermato Gazidis – che sta crescendo in una maniera molto positiva. Una parte importante della strategia è la continuità e, come abbiamo detto, non è solo questione di giocatori giovani. Ci vuole un mix di giovani ed esperti. Vogliamo continuare a migliorare la rosa. Il club ha davanti una grande sfida: sviluppare la squadra e portare la società a un equilibrio finanziario, virtuoso e sostenibile. In questo contesto, lo stadio è una parte fondamentale. Stiamo lavorando duramente e non vediamo l’ora di poter vedere i frutti di questo lavoro che stiamo facendo. Non tutto potrà avvenire in un solo anno”.

Sulla trattativa per il rinnovo di Ibrahimovic: “Zlatan ha giocato un ruolo importante sin dal suo arrivo in squadra e vorremmo che continuasse ad avere questo ruolo. Stiamo facendo tutto il possibile per far sì che questa trattativa si chiuda positivamente. È una sfida speciale, sono personalmente ottimista sulla felice chiusura della contrattazione”.

Ivan Gazidis

Una considerazione anche sugli obiettivi commerciali e sportivi della società: “Vorrei fornire una visione ampia sulle attività del club, che hanno al centro la squadra. Abbiamo registrato dei progressi importanti sull’aspetto stadio e nell’area commerciale. Per la squadra stiamo lavorando con verticalità e determinazione. Abbiamo puntato su giovani di talento che possono crescere dentro il contesto di crescita della squadra. Dopo il lockdown abbiamo avuto il miglior rendimento in Europa, secondi solo al Real Madrid. Dobbiamo essere attenti ai nuovi innesti. Se penso allo scorso mercato, non abbiamo preso dei nomi esplosivi come Theo e Bennacer, che poi sono cresciuti anche grazie alle strutture della società. Vogliamo continuare la progressione della nostra crescita anche in questa stagione”.

Con Gazidis si parla anche del piano di investimenti del club: “Abbiamo una proprietà molto forte, solida e abbiamo visto investimenti significati. Ma la cosa più importante sono gli investimenti giusti e noi li dobbiamo fare pensando alla crescita di questo gruppo di giocatori. Come diceva Paolo, abbiamo diverse sfide come rispettare il FFP. Lo scorso anno abbiamo perso quasi 150 milioni e dobbiamo agire in un regime di controllo di questa situazione finanziaria. Rilevo un mercato insolito e noi dobbiamo fare gli innesti giusti. Ho la sensazione che ci saranno dei movimenti che avverranno verso la fine del mercato e saremo pronti a cogliere le occasioni giuste”.

In chiusura, un messaggio ai tifosi: “Voglio dire due cose. La prima è che avremmo voluto avervi qui oggi e faremo tutto il possibile per comunicare, con trasparenza, quello che il vostro club vuole fare per crescere. La seconda è una richiesta per i nostri fan: stiamo facendo un lavoro difficile, molto impegnativo con diverse scelte importanti e difficili. E lo facciamo con grande passione per riportare il Milan dove merita. Non è una strada veloce, ci vorrà tempo e pazienza. Abbiamo bisogno del vostro supporto e della vostra fiducia, sia noi che la squadra. Serve unità, lavoriamo insieme in un’unica direzione e vi chiediamo di venire con noi in questo viaggio e di credere in noi e nel lavoro che stiamo facendo. Io sono convinto che il club sta crescendo nella via giusta e che il nome del Milan sia rispettato ovunque. Siate parte di questo viaggio e non vediamo l’ora di rivedervi a San Siro per sostenerci con la vostra voce e il vostro amore”.

Aggiornato il: 25-08-2020