Il manager sudafricano, Ivan Gazidis, ha sempre lavorato nelle retrovie, ma ora si trova a dover affrontare in prima persona (e da solo) la crisi del Milan.

Ora al Milan c’è un uomo solo al comando. E non può che essere Ivan Gazidis, il dirigente scelto dal fondo Elliott per provare a riportare in alto il club rossonero. Da manager dietro le quinte – per anni, ad esempio, ha lavorato all’ombra di Arsene Wenger – a punto di riferimento della società di via Aldo Rossi: l’amministratore delegato è ora il numero uno di questo Milan.

Matteo Gabbia zaracho Ariedo Braida Ralf Rangnick runic Spalletti Ralf Rangnick Robinson Alexis Saelemaekers Matias Viña Ricardo Rodriguez Bernard Arnault Bernardeschi Januzaj Cengiz Under Elliott David Han Li Arnault Cassano Boban Becir Omeragic Stanislav Lobotka Juan Foyth ranking uefa Casa Milan Demiral Dani Olmo Gazidis

Come riporta La Gazzetta dello Sport, l’emergenza societaria ha portato alla ribalta proprio Gazidis. D’ora in poi, sarà lui a metterci la faccia per primo. Il manager sudafricano può contare sull’appoggio di Gordon Singer, che non ha mai avuto dubbi sulla qualità dell’ex Arsenal. All’a.d. milanista, dunque, spetta un compito gravoso: gestire la situazione in questo momento di crisi.

L’unica certezza – dopo il licenziamento per giusta causa di Zvonimir Boban e alla luce del futuro in bilico di Paolo Maldini – è il coinvolgimento totale nella vita quotidiana del club rossonero di un uomo che era abituato a stare nelle retrovie. Un uomo solo, dicevamo, ma al comando del Milan.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Coronavirus, nuova stretta del Governo: le dichiarazioni del Premier Conte

Coronavirus: il caso Rugani travolge il calcio italiano