L’a.d. del Monza, Adriano Galliani, allontana definitivamente la suggestione Ibra: “Il suo mancato arrivo – ha dichiarato – è un effetto collaterale del virus”.

“Mettiamo una pietra tombale sul sogno Ibrahimovic”. Lo ha dichiarato l’amministratore delegato del Monza, Adriano Galliani, come riporta il Corriere della Sera. “Il suo mancato arrivo al Monza – ha aggiunto l’ex dirigente del Milan – è un effetto collaterale del virus. Alla luce della crisi mondiale e dell’incertezza sulle date della ripresa di questo campionato e di inizio del prossimo, il progetto sfuma”.

Massara Inter-Milan Zlatan Ibrahimovic Cagliari-Milan

Galliani, dunque, ha allontanato definitivamente la suggestione Ibra. Il sogno, ormai è chiaro, non si concretizzerà: “Non l’ho sentito – aveva dichiarato il tecnico Christian Brocchi a TMW a proposito delle voci sullo svedese – si parla tanto di questa cosa. L’ho già detto in altre situazioni. Questo club non si pone limiti a quella che vuol essere la sua strada. Ci sarà tempo e modo di fare tutto questo ma ora siamo anni luce dal pensare a questa situazione. Vinciamo la battaglia contro il virus, poi riprendiamo a riflettere anche sui sogni del Monza”. Secondo le indiscrezioni, Galliani e Berlusconi avevano davvero tentato Ibrahimovic offrendogli un contratto di due anni, prima che l’attaccante decidesse di tornare al Milan.

TAG:
Adriano Galliani Christian Brocchi Monza Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 30-03-2020


Emergenza coronavirus, denunciate 5000 persone in un giorno

Il Milan punta su Leao: è al centro del progetto