Le parole del difensore Matteo Gabbia: “L’infortunio? Dopo due mesi sono di nuovo pronto a scendere in campo”.

“Il calcio mi ha cambiato la vita”. Lo ha dichiarato il difensore del Milan, Matteo Gabbia. Come riporta “L’Informazione Online”, il giovane centrale rossonero incontrato (in videoconferenza) gli studenti del liceo dello sport “Marco Pantani” di Busto Arsizio, la scuola superiore che ha frequentato e completato prima di dedicarsi alla carriera di calciatore professionista.

Nel corso della chiacchierata virtuale, Gabbia, tra le altre cose, ha parlato anche del suo ultimo infortunio: “Mi sono messo a piangere perché pensavo di essermi rotto il legamento crociato del ginocchio. In quel momento ero molto agitato e preoccupato, anche perché avevo molto male. Poi, per fortuna, le cose si sono risolte per il meglio e dopo due mesi sono di nuovo pronto a scendere in campo”.

Ibrahimovic
Nella foto: Zlatan Ibrahimovic

Matteo Gabbia, inoltre, ha risposto anche a una domanda su Ibrahimovic: “Arriva un’ora e mezza prima al campo e se ne va un’ora e mezza dopo l’allenamento. Se lo fa lui a 39 anni, dopo tutti i successi che ha ottenuto, perché non posso farlo io a 20? In questo senso Zlatan è un esempio. Dà sempre il massimo per ottenere il meglio. Principalmente ci fa capire che dietro ogni successo c’è sempre un duro lavoro”.

TAG:
Ibrahimovic Matteo Gabbia Milanello

ultimo aggiornamento: 12-02-2021


Verso Spezia-Milan: chance da non sprecare per Dalot

Pioli esalta Leao: “La sua crescita è evidente”