Pioli-Milan, fiducia a tempo: il giudizio a fine stagione

Milan, fiducia a tempo per Pioli

Il sostegno dei vertici societari c’è, ma il futuro di Stefano Pioli è legato ai risultati. Solo il quarto posto Champions potrebbe garantirgli la certezza della conferma.

Il Milan ha espresso “grande apprezzamento per il lavoro che sta facendo Stefano Pioli“. È il messaggio fatto filtrare dai vertici di Elliott, che hanno però precisato: “A fine stagione, come avviene normalmente, si farà il punto della situazione”. Il tecnico rossonero, dunque, ha incassato la fiducia del club, ma si tratta – come spiega La Gazzetta dello Sport – di una fiducia… a tempo. La proprietà, infatti, valuterà la sua posizione in primavera, quando si tireranno le somme insieme ai dirigenti.

Stefano Pioli Milan

La Champions League, oggi distante sette punti, è la solita discriminante: il quarto posto vale la conferma. I risultati, dunque, saranno determinanti per l’allenatore emiliano: il suo futuro, indipendentemente dalla scadenza del contratto che lo lega alla società milanista, verrà deciso nel vertice che si svolgerà a maggio. Nel frattempo, non si placano le voci su Ralf Rangnick, ex coach del Lipsia oggi direttore tecnico di tutte le squadre controllare dal gruppo Red Bull. Secondo le indiscrezioni provenienti dalla Germania, il manager tedesco arriverebbe per assumere il doppio ruolo di d.s. e mister.

Aggiornato il: 04-02-2020