Gianni Nanni, membro della commissione medica della FIGC, ha affermato che non c’è nessun obbligo vaccinale applicabile in Serie A.

Gianni Nanni, membro della commissione medica della FICG, ha parlato a proposito della riapertura degli stadi e dell’obbligo di vaccino per tutti i giocatori e i membri degli staff delle varie squadre. Secondo quanto riportato dai microfoni di Radio Punto Nuovo, Nanni ha dichiarato le seguenti parole: “Quello inglese è di sicuro un modello molto drastico, ma anche molto efficace. Dinanzi ad una pandemia ci vogliono delle regole precise e bisogna assicurarsi poi che vengano rispettate.

Coronavirus Vaccino
Coronavirus Vaccino

“Dal punto di vista dell’applicabilità in Italia, non ne sono convinto. Non può esser data l’obbligatorietà per il vaccino. Si possono prendere, però, altre cose: chi decide di non vaccinarsi, deve poi prendersi le proprie responsabilità e farsi carico delle spese mediche che ne conseguono. E se crei un focolaio all’interno di una squadra, di un’azienda o di una scuola, devi pagarne anche le conseguenze”.


Milan-Modena, la dedica di staff e giocatori a Gazidis

Caso Odriozola, rifiuta il Milan per restare agli ordini di Ancelotti