In seguito all’aumento dei contagi da Covid-19 tra i calciatori, si inizia a pensare ad alcune possibili soluzioni. La linea di FIGC e Lega, però, è la stessa, ovvero non fermare il campionato.

In base a quanto si evince da Repubblica, Figc e Lega sono in allerta per via dell’aumento dei contagi da Covid-19 nel mondo del calcio. La linea comune rimane in ogni caso quella di non fermare il campionato, in quanto un nuovo stop finirebbe per avere devastanti conseguenze sull’intero movimento.

serie A
serie A

Per quanto riguarda il ritorno del pubblico sugli spalti, molto probabilmente il discorso sarà rimandato nel 2021, mentre la Federcalcio avrebbe già in serbo un piano B nel caso in cui il campionato venisse fermato dal coronavirus. Sempre più squadre, d’altronde, sembrano pronte a non giocare in caso di assenze dovute al Covid-19, con sempre più società che non sembrano escludere la possibilità di decidere il campionato attraverso i play-off.

Proprio quest’ultimi rappresenterebbero il piano B, in modo tale da poter decidere il campionato in poche settimane, anche solo 8 date. Un piano che per cui bisognerebbe almeno arrivare alla fine del girone d’andata. Non è mai stato ufficialmente presentato e a questo punto non resta che attendere eventuali dichiarazioni in merito.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Calciomercato Milan, ipotesi Mykolenko. Il calciatore ha la “benedizione” di Sheva

Caressa: “Sarà un derby teso. Difficilmente l’Inter sbaglierà”