In seguito all’aumento dei contagi da Covid-19 tra i calciatori, si inizia a pensare ad alcune possibili soluzioni. La linea di FIGC e Lega, però, è la stessa, ovvero non fermare il campionato.

In base a quanto si evince da Repubblica, Figc e Lega sono in allerta per via dell’aumento dei contagi da Covid-19 nel mondo del calcio. La linea comune rimane in ogni caso quella di non fermare il campionato, in quanto un nuovo stop finirebbe per avere devastanti conseguenze sull’intero movimento.

serie A
serie A

Per quanto riguarda il ritorno del pubblico sugli spalti, molto probabilmente il discorso sarà rimandato nel 2021, mentre la Federcalcio avrebbe già in serbo un piano B nel caso in cui il campionato venisse fermato dal coronavirus. Sempre più squadre, d’altronde, sembrano pronte a non giocare in caso di assenze dovute al Covid-19, con sempre più società che non sembrano escludere la possibilità di decidere il campionato attraverso i play-off.

Proprio quest’ultimi rappresenterebbero il piano B, in modo tale da poter decidere il campionato in poche settimane, anche solo 8 date. Un piano che per cui bisognerebbe almeno arrivare alla fine del girone d’andata. Non è mai stato ufficialmente presentato e a questo punto non resta che attendere eventuali dichiarazioni in merito.

TAG:
campionato

ultimo aggiornamento: 12-10-2020


Calciomercato Milan, ipotesi Mykolenko. Il calciatore ha la “benedizione” di Sheva

Caressa: “Sarà un derby teso. Difficilmente l’Inter sbaglierà”