Arrivano segnali incoraggianti dal governo sulla possibile riapertura degli impianti sportivi. Ecco le dichiarazioni del presidente Gabriele Gravina.

Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, ha parlato in conferenza stampa della riapertura degli stadi: “Ringrazio Infantino per la sua sensibilità verso l’Italia. Ha iniziato questo suo percorso internazionale partendo dall’Italia. Ha incontrato tutti i responsabili del nostro continente. Abbiamo parlato con Conte, è stato un colloquio apprezzato con il Premier. Un incontro importante e ad ampio raggio. Possiamo definirlo positivo. Abbiamo parlato di quello che il calcio può trasmettere a tutto il paese”.

San Siro
San Siro

Per quanto riguarda la possibilità di ridiscutere il protocollo sui tamponi, il numero della Federcalcio ha affermato: “Ne abbiamo parlato con Conte. Domani è prevista un’audizione del ministro Spadafora con il CTS per affrontare questo argomento. Il Premier mi è sembrato particolarmente sensibile e abbiamo visto anche il Ministro Speranza. Ci auguriamo di poter essere allineati in termini di tamponi al resto d’Europa. Alcuni atleti iniziano a essere preoccupati di questi metodi invasivi circa i tamponi. Bisogna alleggerire delle misure adottate in un momento diverso da questo. L’apertura degli stadi poi è un tema che abbiamo affrontato. Conte ha ascoltato le nostre proposte di apertura graduale ma che richiede una posticipazione rispetto all’attività scolastica. Ci sembra rispettoso accettare questa considerazione”.

“Nuovi incontri con il Premier? La data di riferimento è l’avvio dell’anno scolastico. Ci aggiorneremo a brevissimo e mi è sembrata di vedere grande considerazione per il nostro progetto di riapertura degli stadi. Ora non vogliamo distrarre il governo italiano che ha nella scuola la sua priorità. Abbiamo avuto garanzia da Conte che ci sarà massima attenzione sulla riapertura”.

ultimo aggiornamento: 09-09-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Milan, rinnovata per tre anni la partnership con Banco BPM

Bollettino Coronavirus: 281.583 casi totali, 35.577 morti, 211.272 guariti