Le dichiarazioni di Gabriele Gravina, numero uno della Figc, a Rai Radio 1: “Spero che anche il Ministro della Salute ci aiuti a ripartire”.

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, è intervenuto nel corso della trasmissione “Un giorno da pecora”, in onda su Rai Radio 1. Ecco le sue dichiarazioni: “È un momento difficile per tutto il paese e anche per il mondo del calcio, ma con disponibilità e buonsenso sono sicuro che troveremo la giusta via. Chi invoca oggi ad alta voce l’annullamento e la sospensione dei campionati credo che non voglia bene né al calcio né agli italiani, perché non vuole dare una speranza di futuro e di ripartenza. Mi dispiace, terrò duro fino alla fine”.

Nicchi Cellino Spadafora San Siro Milan Genoa CONI

Si parla anche della ripresa degli allenamenti: “Il 4 maggio è la data fissata dal dpcm, noi ci stiamo attenendo a queste date e puntualmente facciamo calendari e programmazioni in base alle date che ci indica il Governo. Ottimista o pessimista? Io condivido la speranza del Ministro Spadafora e spero che anche il Ministro della Salute ci aiuti a ripartire, con tutte le cautele e le dovute garanzie. Abbiamo elaborato un protocollo che domani sarà consegnato sia al Ministro dello Sport Spadafora che al Ministro della Salute Speranza. È un protocollo rigido, attento, ma flessibile. Anche facile da applicare. Chi dice che gli atleti saranno rinchiusi fino alla fine dice una cosa non vera: c’è bisogno di un periodo di chiusura, di controlli per garantire le negatività da parte di tutti i protagonisti che partecipano a determinati eventi perché se sono tutti negativi è evidente che poi non può esserci contagio. Quindi massima attenzione e poi ci sono tutta una serie di procedure di controllo”.

ultimo aggiornamento: 17-04-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Bollettino Coronavirus: 172.434 casi totali, 22.745 morti, 42.727 guariti

Amelia: “Gol di Muntari? Ok, ma avevamo 7 punti di vantaggio sulla Juve”