La FIFA, attraverso le parole del suo presidente, Gianni Infantino, boccia il progetto Super League.

Invitato al Congresso UEFA, il presidente della FIFA, Gianni Infantino, ha usato parole dure nei confronti della Super League e dei club cosiddetti ribelli. “Ho letto parole terribili come guerra e crimine, ancora più terribili se legate al calcio, il gioco che tutti amiamo e che dovrebbe dare gioia a tutti. Voglio essere estremamente chiaro al riguardo: come FIFA, possiamo soltanto disapprovare la Superlega: è un negozio chiuso, una fuga dalle attuali istituzioni, dalle leghe e dalle associazioni. È fuori dal sistema. Sono qui oggi per dare pieno supporto al calcio europeo, all’UEFA, alle 55 federazioni, alle leghe, ai club, ai giocatori e a tutti i tifosi. La UEFA è un modello che ha dimostrato di essere di successo. Se guardiamo a tutto questo, ci sono tanti motivi per dire no a un gioco finanziario di breve termine”.

calcio pallone campo

“Se alcuni scelgono di andare per la loro strada – ha aggiunto Infantino – devono accettarne le conseguenze. Sono responsabili delle proprie scelte. Concretamente, questo vuol dire che o sei dentro o sei fuori. Non puoi essere a metà. Pensate a cosa significa. La FIFA è aperta a tutti, ciascuno può portare avanti idee e proposte, e sono sempre valutate. Ma bisogna rispettare le istituzioni, la FIFA, la UEFA, la storia, la passione di così tante persone in tutto il mondo. Spero che tutto torni alla normalità e si sistemi. Ma sempre con rispetto e agendo in maniera responsabile, solidale, nell’interesse del calcio nazionale, europeo e mondiale”.

TAG:
Fifa Gianni Infantino Super League

ultimo aggiornamento: 20-04-2021


Praticità Rebic: Ante bada al sodo!

UEFA, Ceferin a club Superlega “Siete in tempo per cambiare idea”