Le parole dei protagonisti della prima squadra nel corso della festa di Natale del settore giovanile del Milan.

È il giorno della tradizionale festa di Natale del settore giovanile rossonero. Sono presenti, oltre al tecnico Stefano Pioli, alcuni protagonisti della prima squadra, come il capitano Alessio Romagnoli e il portiere Donnarumma: “Non ho paura quando mi tirano i palloni – ha dichiarato Gigio rispondendo alle domande dei giovani milanisti – tutti dicono che noi portieri siamo, in effetti il ruolo è un po’ pazzo. I miei genitori, fin dall’infanzia, mi hanno sempre detto di essere umile. La cosa più importante è divertirsi giocando a calcio”.

Queste, invece, le dichiarazioni di Romagnoli, riportate da MilanNews.it: “Come sono diventato capitano? È stato un percorso lungo e complesso. L’anno scorso era il mio quarto anno al Milan. Mancava una figura che potesse ricoprire questo ruolo e non potevo che accettare. Per me è stato emozionante arrivare al Milan, è stata una bella sfida. Devo ringraziare Berlusconi, Galliani e Mihajlovic, che mi hanno voluto fortemente nonostante avessi 20 anni. È una delle squadre più titolate e tutti i giocatori vorrebbero indossare una maglia così gloriosa”.

Hanno preso il microfono anche Paolo Maldini e Stefano Pioli: “Il Milan è come seconda famiglia – ha affermato il dirigente rossonero – la gioia che ho visto negli occhi dei ragazzi, l’ho vissuta anche io quando ero giovane. L’idea è di dare un supporto al settore giovanile”. Queste, invece, le parole dell’allenatore emiliano: “Il mio giocatore preferito? La risposta è facile: Donnarumma, Calabria e Romagnoli (sorride, ndr). Tutti i miei giocatori sono i miei preferiti”.

TAG:
Donnarumma Romagnoli Stefano Pioli

ultimo aggiornamento: 18-12-2019


Milan spazientito dal silenzio di Ibra

Milan, due piste “Real” per l’attacco