Ecco le dichiarazioni rilasciate da Fabio Capello alla Gazzetta: “Pioli e gli attuali dirigenti saprebbero esattamente dove mettere le mani”.

Fabio Capello ha parlato del Milan alla Gazzetta dello Sport. Nello specifico, l’ex allenatore rossonero ha parlato dell’arrivo di Ralf Rangnick: “Ripartendo da zero si perdono altri anni – ha dichiarato – con tutto il rispetto che ho per i miei colleghi e Rangnick ha anche delle idee, credo che gli attuali dirigenti e l’attuale allenatore saprebbero esattamente dove mettere le mani per compiere subito il salto di qualità. Pioli sta facendo un lavoro straordinario, chiamato in un momento difficile ha dimostrato di avere grande intelligenza, non solo tecnica e tattica ma anche di gestione. È riuscito a tirare fuori il meglio da tutti quanti, valorizzando il materiale a disposizione. Ha creato un grande spirito di gruppo, ritrovando una compattezza che la squadra sembrava aver perso. E per chi gestisce un qualsiasi gruppo di persone è una dote fondamentale. Maldini è cresciuto con me nella Primavera del Milan, lo conosco da sempre. Ha personalità e sa stare al suo posto: può essere utile in un ruolo definito, un personaggio simile merita rispetto. Un ruolo operativo, non di rappresentanza”.

Massara Inter-Milan Zlatan Ibrahimovic Cagliari-Milan

Nel corso dell’intervista, Capello ha parlato anche di Ibrahimovic: “Sono l’allenatore che l’ha portato in Italia, nel 2004 alla Juventus. Oggi lo vedo super responsabilizzato nel ruolo di leader. Esce dal campo quando c’è da uscire e stimola i compagni anche da fuori, sa essere decisivo anche così. Se davvero il Milan deciderà di puntare in futuro su un gruppo giovane a maggior ragione la presenza di uno come Ibra sarebbe utile. Per lo stesso motivo chiediamoci come mai la Juventus conferma Buffon e Chiellini…”.

TAG:
Fabio Capello Paolo Maldini Rangnick Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 09-07-2020


Milan, Rangnick tratta Szoboszlai: servono 24 milioni

Bollettino Coronavirus: 242.363 casi totali, 34.926 morti, 193.978 guariti