Le parole dell’allenatore rossonero in vista della sfida europea contro il Celtic.

Europa League, Milan-Celtic: alla vigilia del match europeo in programma a San Siro, mister Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue dichiarazioni.

Sul ritorno a Milanello: “Mi è mancato tanto il quotidiano, sono stati 18 giorni lunghi. Ieri sera, quando mi hanno comunicato la negatività, ho fatto fatica a prender sonno, perché non vedevo l’ora di veder tornare. Devo dire grazie al club, perché hanno migliorato velocemente tutte le tecnologie per poter lavorare a distanza. Grazie a tutti i tifosi che mi hanno sostenuto e supportato in questo momento particolare, un grazie immenso alla squadra perché mi ha reso orgoglioso e grazie a chi mi ha sostituito. Son stato fortunato perché ho avuto qualche sintomo, ma ho preso il Covid in modo leggero. Ciò non toglie che dobbiamo mantenere alta la guardia, con distanziamento e mascherine. Potremo abbassarla solo quando ci sarà una cura”.

Sul Milan e la capacità di gestire le gare: “Vogliamo sempre provare a fare le partite. Non dobbiamo smettere di provare a comandare, ma dobbiamo anche saper gestire quando è il momento di soffrire e stare compatti. È una crescita importante: dobbiamo continuare a essere sempre pericolosi, provando a farlo per tutta la partita, perché ne abbiamo la possibilità”.

Sulla videochiamata al termine di Milan-Fiorentina: “Stando a casa abbiamo fatto tutto il necessario per stare vicino alla squadra in tutti i momenti quotidiani. La videochiamata la facciamo sempre a fine partita – ha dichiarato Pioli – con lo staff e i giocatori. Mi sembrava opportuno mantenere questo rapporto. Posso dire che lo smart working non funziona, perché ho lavorato molto più da casa che dal campo, però vedere i giocatori dal vivo è un’altra cosa”.

Sui complimenti di Capello: “Non possono che farmi piacere, è sempre gratificante. So benissimo che nel nostro mondo bisogna sempre dimostrare e mettersi in discussione. Cercheremo di fare le cose al meglio”.

Sulla gara contro il Celtic: “Ci aspettiamo un avversario determinato, dobbiamo essere una squadra molto seria domani. Non abbiamo ancora centrato la qualificazione, dovremo giocare bene perché il Celtic ci può creare delle difficoltà. Dovremo essere molto preparati”.

Stefano Pioli

Pioli: “Bennacer e Castillejo recuperati”

Sulla crescita del gruppo in termini di personalità: “Sicuramente la squadra è più consapevole delle proprie qualità e possibilità. I risultati e le prestazioni di hanno dato convinzione. Sappiamo di avere ancora ampi margini di miglioramento e dobbiamo continuare a lavorare per poter crescere”.

Sulle cose da migliorare: “Guardando le partite alla televisione – ha affermato Pioli – quindi guardandole dall’alto come visuale, capisco un po’ di più chi sta davanti alla tv e che critica facilmente. Dalla tv qualche errore fai più fatica a sopportarlo. In partita sono più positivo e propositivo, a casa mi son trovato un po’ più nervoso. La squadra ha fatto prestazioni positive, con qualche difficoltà come è normale all’interno della partita”.

Sul turnover: “Abbiamo cominciato un periodo in cui giocheremo dieci volte in un mese. Giocando da squadra possiamo sentire meno la fatica e recuperare bene. Ho sempre fatto dei cambi da una gara con l’altra, credo sia essenziale per mantenere alto il livello di performance sia atletica che tattica e mentale. Ora dobbiamo stringere i denti, perché la partita di domani sera è molto importante, ci può avvicinare a uno degli obiettivi che abbiamo in testa, ovvero quello di superare i gironi di Europa League”.

Sugli infortunati: “L’allenamento è andato molto bene, Castullejo e Bennacer stanno bene e sono disponibili per la partita. Per quanto riguarda Ibrahimovic e Leao andiamo avanti giorno per giorno. Forse per domenica è un po’ presto, però valutiamo bene, manca ancora qualche giorno”.

Sull’acquisto di un attaccante a gennaio: “Non c’è bisogno di farsi venire ansie. Quando hai a che fare con più defezioni in un singolo reparto è normale andare in difficoltà, in qualsiasi reparto. Abbiamo le capacità di poter sopperire alle mancanze, abbiamo recuperato Castillejo e Saelemaekers. Chiaro che l’assenza di giocatori nello stesso reparto ci abbia tolto qualcosa, soprattutto in termini di rotazioni. Ci sono anche Colombo e Maldini, sono sicuro che sapranno farsi trovare pronti quando avremo bisogno di loro. Spero di avere tutta la rosa a disposizione per poter fare le scelte migliori”.

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2021 - NM

Milanello

ultimo aggiornamento: 02-12-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Verso Milan-Celtic: le parole di Dalot

Milan, la rosa vale 100 milioni in più… grazie a Maldini