Milan – Sparta Praga è finita con il risultato di 3-0, ecco quanto dichiarato nel post partita dal calciatore rossonero Brahim Diaz.

È finita con il risultato di 3-0 il match di Europa League Milan-Sparta Praga. Ecco quanto dichiarato nel post gara dal calciatore rossonero Brahim Diaz.

Nicchi Conte Albertini Infantino Coronavirus Serie A coronavirus Milan-Genoa Pradè Calhanoglu Commisso Lega Serie A Ante Rebic diego laxalt Rebic Paquetà ricardo rodriguez Rebic Stefano Pioli Kessié nuovo San Siro Milan-Sassuolo

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: “Siamo una squadra, cerchiamo di fare il massimo. Sono contento per questo gol e per la vittoria”. Ruolo? “Il trequartista è la mia posizione naturale ma lascio al mister la scelta. Stiamo facendo tutti bene, ci troviamo bene con questo modulo, muovendoci a tutto campo”.

Su Ibrahimovic ha poi aggiunto: “È un fratello maggiore, mi sta vicino, mi dà i consigli. C’è un bel feeling tra noi e sono contento per questo”. Per quanto riguarda il gol: “Sono molto contento, devo continuare a dare il massimo in questo grande club. Io e la squadra siamo molto contenti e vogliamo continuare così”. Per poi concludere: “Sono venuto qui e sono stato molto contento fin dal primo momento, sono felice di trovare continuità, stiamo tutti danno il massimo per vincere ogni partita”.

Intervistato da Milan TV al termine di Milan-Sparta Praga, il calciatore ha dichiarato: “Felice per il gol, la prestazione e i tre punti che tengono il Milan in testa al girone“. Ha quindi proseguito: “Il feeling in campo: “Mi piace giocare dove mi mette il mister. Mi trovo bene con la squadra e con l’allenatore, sono felice quando scendo in campo e anche in allenamento”.

Per poi aggiungere: “Il mio obiettivo è di segnare per aiutare la squadra, poi se è un gol o un assist non cambia molto. L’importante è continuare a vincere“.

TAG:
Brahim Diaz Europa League

ultimo aggiornamento: 29-10-2020


Europa League, Pioli a Sky: “Tonali ha fatto due passi in avanti”

Europa League, Pioli a MTV: “Ho la fortuna di allenare tanti titolari”