Il fondo Elliott non ha intenzione, per il momento, di cedere il club rossonero e con l’amministratore delegato pianifica la prossima stagione.

Elliott non vende. Anzi, rilancia. Come riporta La Gazzetta dello Sport, il fondo statunitense è un traghettatore, ma per il momento si tiene stretto il club e lavora in vista della prossima stagione. Con Ivan Gazidis sempre al comando. L’amministratore delegato rossonero sta portando avanti – insieme a Gordon Singer e Giorgio Furlani – la trattativa con Rangnick, che rimane la primissima scelta per la panchina della prossima stagione.

Ralf Rangnick
Nella foto: Ralf Rangnick

Stando all’indiscrezione riferita dal noto quotidiano sportivo, da entrambe le parti (Milan e tecnico) emerge ottimismo: tutto lascia credere che entro fine mese possano essere definiti i dettagli dell’intesa con l’ex allenatore del Lipsia. Il discorso verte soprattutto sul budget che verrà messo a disposizione del manager tedesco per rinforzare la squadra. Nel pre-accordo del 23 dicembre scorso, Elliott e Gazidis avevano messo in conto un investimento per 100 milioni di euro, ma l’emergenza Coronavirus ha costretto i vertici di via Aldo Rossi a rivedere i piani. Il Milan avrebbe abbassato la quota iniziale, portandola a 75 milioni. La Gazzetta parla di un possibile compromesso tra Rangnick e il Milan: individuare un obiettivo per le vendite e destinare l’eventuale surplus per ulteriori acquisti.

TAG:
Elliott Ivan Gazidis Ralf Rangnick slider

ultimo aggiornamento: 05-04-2020


La Lazio tenta Romagnoli: primo contatto con Raiola

Milan, piano per Icardi: Elliott sogna il colpaccio