I vertici del fondo non avrebbero gradito le dichiarazioni rilasciate da Zvonimir Boban al termine di Atalanta-Milan.

Post partita di Atalanta-Milan. Zvonimir Boban, Chief Football Officer del club rossonero, si presenta in mix zone dopo la clamorosa quanto storica disfatta contro i nerazzurri di Gian Piero Gasperini. Tra i vari argomenti affrontati, c’è anche quello relativo al mercato di gennaio, sessione che la società milanista dovrà giocoforza sfruttare per provare quantomeno ad aggiustare in corsa una squadra senza capo né coda.

Jovic Bennacer Todibo Leonardo Mariano Diaz Caldara Rafael Leao Casa Milan Camavinga Caldara

“Sul mercato cercheremo di fare del nostro meglio rispetto a quello che ci permetteranno di fare”, ha affermato il CFO milanista, uno che non ha mai avuto peli sulla lingua. Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del Corriere della Sera, le dichiarazioni rilasciate da Boban avrebbero mandato su tutte le furie i vertici del fondo Elliott, i quali avrebbero ribattuto facendo notare come i 160 milioni messi a disposizione solo nel 2019 siano stati spesi male dai dirigenti. La proprietà, dunque, rispedisce al mittente le accuse e rilancia: le principali responsabilità sarebbero del duo Maldini-Boban, colpevole di aver messo su una rosa dispendiosa dal punto di vista degli ingaggi, ma non all’altezza sotto l’aspetto tecnico.

Le immagini di Atalanta-Milan 5-0, ultima gara del 2019 per la squadra di Stefano Pioli:

TAG:
Boban Elliott

ultimo aggiornamento: 23-12-2019


Elliott accusa Maldini: e c’è chi vuole le sue dimissioni

Milan-Barcellona, accordo per Todibo: ora l’intesa con il giocatore