Un San Siro da grandi occasioni: i tifosi riempiono lo stadio nella speranza che Ibrahimovic possa invertire la tendenza (due sole vittorie in casa).

Chiamatelo effetto Ibra. Perché di questo si tratta. Milan-Udinese non è certo una partita di cartello, ma a San Siro sono comunque previsti oltre 60mila spettatori. Tutti pazzi per Zlatan, fuoriclasse ma anche showman. Alla vigilia del match, Stefano Pioli non ha utilizzato mezzo termini per evidenziare l’importanza di Ibrahimovic: “Sta dimostrando di non essere una figurina – ha dichiarato il tecnico emiliano – è un valore aggiunto per questa squadra, una manna dal cielo avere un giocatore del genere. Vuole vincere anche le partitelle: è così che si sta al Milan. Fa torello di qualità e si incazza se un compagno non lo fa bene. Questo aiuta ad aumentare la qualità degli allenamenti”.

Zlatan Ibrahimovic Cagliari-Milan

Insomma, inutile girarci intorno: con Ibra è tutto un altro Milan. Ora, però, bisogna alzare l’asticella e cominciare a fare punti. Con continuità. Già con l’Udinese è severamente vietato sbagliare. L’Europa League è ancora alla portata, ma bisogna accelerare ed evitare i soliti scivoloni. Soprattutto a San Siro, dove la squadra – con Giampaolo prima e Pioli dopo – ha raccolto solo due vittorie in nove partite. È il momento di sfruttare davvero l’effetto Ibra.

TAG:
Milan-Udinese slider Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 19-01-2020


Milan, Newcastle pronto a spendere per Piatek: ma lui vuole la Champions

Milan-Udinese, le formazioni ufficiali