Donnarumma-Milan, 200 presenze in rossonero con vista sul rinnovo

Donnarumma, 200 presenze in rossonero con vista sul rinnovo

Nei prossimi giorni i vertici societari incontreranno Raiola per definire il prolungamento del contratto di Donnarumma, il quale vuole restare al Milan.

Duecento presenze con il Milan e non sentirle. Anche perché è ancora troppo giovane per accusare stanchezza o flessioni varie. Gianluigi Donnarumma ha davanti a sé i migliori anni della sua vita e della sua carriera. Questa sera, nel match con il Sassuolo, ovvero la squadra contro cui – 16enne – ha esordito il 25 ottobre 2015, taglierà un traguardo importante. E non sarà certo l’ultimo.

Mino Raiola Dumfries

I vertici di via Aldo Rossi, infatti, sono intenzionati a rinnovare il contratto del portierone rossonero, il quale, dal canto suo, sarebbe felice di restare. Come riporta il Corriere della Sera, in merito al prolungamento di Gigio filtra un ottimismo sempre più marcato, sia da parte del club che dello stesso giocatore. L’intenzione comune, dunque, è quella di proseguire insieme.

Per venire incontro a Donnarumma e al suo agente, Mino Raiola, il Milan potrebbe acconsentire a malincuore all’inserimento di una clausola rescissoria non altissima (non superiore ai 50 milioni). Per quanto riguarda lo stipendio (fino al 2023), si passerebbe a una parte fissa leggermente più bassa rispetto agli attuali 6 milioni di euro, ma con bonus a salire (individuali e di squadra) che permetterebbero a Gigio si raggiungere e superare la somma percepita oggi. Nei prossimi giorni si volgerà il faccia a faccia decisivo.

Aggiornato il: 21-07-2020