Con una battuta, l’ex milanista Demetrio Albertini ha paragonato l’attuale club all’ultima conferenza stampa del presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

Intervenuto in diretta su Instagram insieme al noto giornalista Carlo Pellegatti, l’ex centrocampista rossonero, Demetrio Albertini, ha parlato del Milan attuale. “A mo’ di battuta – ha dichiarato – potrei fare un paragone tra questo Milan e la conferenza di Conte di ieri sera, in cui non si capisce bene cosa si possa fare. La situazione al Milan mi sembra criptica. Mi auguro che presto ne esca, c’è qualcosa anche lì che forse va combattuto, anche se non so quale e come non essendo dentro”.

Giuseppe Conte
Nella foto: il premier Giuseppe Conte

“Ci vuole un progetto sportivo – ha aggiunto – perché ogni anno si riparte da zero. Sembra che non ci sia una linea con un progetto condiviso. Come prima cosa, quando stabilisci un percorso, non puoi fare un filotto e sperare che vada tutto bene, quindi devi saper gestire le critiche e le difficoltà nei momenti di crisi. Devi credere fortemente nella strada che intraprendi. A livello tecnico, dico che in Italia i giovani devono essere accompagnati da giocatori più esperti. Anche i giocatori bravi, se fai una squadra solo giovane, non riesci a costruirli”.

Nel corso della chiacchierata social, Albertini ha parlato anche di Ibrahimovic: “Secondo me, se Ibra rimane in un progetto di un certo tipo, potrebbe fare da chioccia per qualche altro centravanti, anche senza giocarle tutte da titolare. Io credo che le ultime partite del Milan non siano andate così male e ho visto giocatori che sono cresciuti”.

TAG:
Demetrio Albertini Giuseppe Conte

ultimo aggiornamento: 27-04-2020


Renzi attacca Spadafora: “Il suo protagonismo non è più tollerabile”

Figc, Gravina: “Il calcio ripartirà in sicurezza”