Cristian Brocchi: "Milan, io punterei ancora su Maldini"

Brocchi: “Milan, io punterei ancora su Maldini”

Le parole dell’ex rossonero Cristian Brocchi: “Paolo è un grande uomo e una persona intelligente, perderlo sarebbe un errore”.

L’ex centrocampista del Milan, Cristian Brocchi, è intervenuto in diretta su Instagram con Calciomercato.com. Nel corso della chiacchierata, l’attuale tecnico del Monza ha parlato anche del club rossonero: “Se può esistere un Milan senza Maldini? Può esistere un Milan senza chiunque perché in questo mondo nessuno è indispensabile. Se decidessi io per il Milan punterei su Maldini, assolutamente. Non dimentichiamoci che, negli ultimi anni, sono venute a mancare quelle figure storiche di Presidenti riconosciuti da tutti perché avevano un grande cuore e la passione per la propria squadra. E quando tu hai la fortuna di avere una persona come Paolo Maldini, che è stato un grandissimo giocatore e con il padre hanno fatto la storia del Milan, non puoi lasciarlo andare via così”.

Inzaghi Baresi Boateng Kakà Donadoni Shevchenko Fabio Capello Lega Serie A Van Basten Pobega Braida Thiago Silva Matteo Gabbia Milan-Torino Lucas Biglia Braida Inter-Milan Berlusconi Daniel Maldini Musacchio Berlusconi Matías Viña Kobe Bryant Florentino Luis Bennacer Matty Cash Antonee Robinson Caldara Scamacca Becir Omeragic Atalanta-Milan Rebic serginho Paquetà Castrovilli Milan-Sassuolo Caldara Milanello tifosi Milan Ricardo Rodriguez Todibo Xhaka Paquetà maglia Milan Ibrahimovic

“È un grande uomo e una persona intelligente – ha aggiunto Brocchi a proposito del dirigente ed ex capitano milanista – sa cosa serve per arrivare a determinati livelli e che ha incontrato, nei primi mesi della sua nuova esperienza, delle difficoltà anche dovute anche gestioni diverse rispetto a quelle che aveva in mente lui. Io penso che, come un allenatore non ha la bacchetta magica e nel giro di due mesi può stravolgere una squadra, anche un dirigente alla prima esperienza ha bisogno di un po’ di tempo per mettere in risalto il proprio lavoro, mettere all’interno della società le proprie idee. Perdere una persona come lui, per me, sarebbe sbagliato”.

Aggiornato il: 02-05-2020