Il Corriere dello Sport boccia sonoramente la direzione di Orsato in Lazio-Milan. L’arbitro si sarebbe macchiato di presunzione sul 2-0.

Dopo Lazio-Milan il Corriere dello Sport boccia completamente la prova di Orsato, che “fisicamente è stato visto meglio in altre occasioni”. L’episodio cruciale è quello del raddoppio capitolino, convalidato dal fischietto di Schio malgrado il netto fallo commesso a inizio azione da Leiva su Calhanoglu. “Difficile trovare una spiegazione che non sia la presunzione”, osserva il quotidiano. Andando a controllare al Var quanto accaduto senza annullare la rete, l’arbitro non ha solo provocato l’ira di Pioli, ma pure fatto arrabbiare l’AIA. Il voto è un sonoro 4,5, mentre a Mazzoleni, assistente al Var che in occasione del 2-0 aveva richiamato il direttore di gara, viene assegnato un 6,5 poiché “il suo l’aveva fatto”.

calcio pallone Serie A Jovic
calcio pallone Serie A

TAG:
Lazio-Milan Orsato rassegna stampa

ultimo aggiornamento: 27-04-2021


Milan, l’inferno all’improvviso: emersi a galla tutti i limiti

Donnarumma, Juventus in attesa: diversi contatti tra Raiola e i bianconeri