Lo ha comunicato il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l’informativa al Senato sull’emergenza Coronavirus.

“La decisione del governo è di prorogare fino al 13 aprile tutte le misure di limitazione alle attività e agli spostamenti individuali finora adottate”. Lo ha comunicato al Senato il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l’informativa sull’emergenza Coronavirus. Ad ascoltarlo nell’Emiciclo c’è un discreto numero di senatori: tutti indossano guanti e mascherine protettive.

Cellino controlli sanitari coronavirus

Nel frattempo, il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha rilasciato una intervista al Corriere della Sera: “Quando ne usciremo? Non lo sappiamo. Una cosa però è certa: senza le misure messe in campo dal governo, le nostre strutture ospedaliere avrebbero sofferto molto di più e oggi conteremmo un numero di morti decisamente superiore. Le analisi sulla curva epidemiologica spettano agli scienziati del Comitato tecnico-scientifico. Certamente c’è una frenata dei positivi che necessitano di cure ospedaliere e questo è un dato confortante. Vuol dire che nei prossimi giorni avremo un piccolo margine per consentirci di affrontare un’eventuale recrudescenza della curva. La “fuga” dal nord verso il sud – ha osservato Borrelli – nelle prime settimane di marzo è stato un evento molto grave e certamente ha contribuito ad un incremento della diffusione del virus nelle altre Regioni. Ora la situazione nei territori del nord resta la più drammatica, ma il sud è ancora a rischio. Nessuno può e deve pensare di poter abbassare la guardia”.

TAG:
coronavirus Roberto Speranza slider

ultimo aggiornamento: 01-04-2020


Milan, Schnellinger: “Da quando è andato via Berlusconi non ricevo più le tessere”

Coronavirus, Borrelli: “Sud a rischio, non abbassiamo la guardia”