Negli ultimi otto giorni sono state multate oltre 43mila persone. Dati preoccupanti che rischiano di compromettere la battaglia contro il Coronavirus.

In Italia – da Nord a Sud, senza distinzioni – sono ancora decisamente troppi gli spostamenti delle persone che lasciano le proprie abitazioni senza reali motivi di necessità. Lo scrive il Corriere della Sera, che riporta i dati degli ultimi giorni. Nelle ultime 48 ore sono state staccate circa 15mila multe. Le denunce per false autocertificazioni sono state 85, mentre sono state 24 quelle per violazione di quarantena. Negli ultimi otto giorni i multati sono stati oltre 43mila.

Borrelli Cellino controlli sanitari coronavirus

A tal proposito, ecco le dichiarazioni del ministro della Salute, Roberto Sperenza: “Atteggiamenti sbagliati, o credere che questa battaglia sia già vinta, rischiano di compromettere i sacrifici fatti fino ad ora”, ha affermato ai microfoni di RaiNews24. “Abbiamo fatto un pezzo di strada importante – ha aggiunto – le misure hanno dato ossigeno agli ospedali e in particolare alle terapie intensive. Ma la battaglia contro il Coronavirus è in corso, sbagliare rischierebbe di compromettere tutto. Oggi la situazione è molto seria, bisogna rispettare le norme perché altrimenti si mette a rischio la propria vita e, soprattutto, quella degli altri. I risultati ottenuti sono arrivati perché la stragrande maggioranza degli italiani ha rispettato le norme, ma non c’è altra strada. Non bastano i decreti, questa partita non si vince con un’ordinanza o un Dpcm, ma solo e soltanto col contributo di ogni singolo cittadino”.

ultimo aggiornamento: 04-04-2020


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Emergenza Covid-19, il ministro Speranza: “Distanziamento sociale unica arma contro il virus”

Dalla Spagna: Rakitic sempre nel mirino del Milan