Coronavirus, Berlusconi dimesso dal San Raffaele: ''Rispettate le regole"

Coronavirus, Berlusconi dimesso dal San Raffaele. E lancia un appello: “Rispettiamo le regole”

“Fino a che il virus sarà in circolazione ognuno di noi è esposto al rischio”, ha dichiarato Berlusconi all’uscita dall’ospedale.

Silvio Berlusconi ha vinto la sua personale battaglia contro il Coronavirus. Il Cavaliere, infatti, dopo undici giorni di ricovero, è stato dimesso dall’ospedale San Raffaele. All’uscita dal nosocomio milanese, l’ex presidente del Milan ha rivolto un appello a tutti gli italiani affinché non abbassino la guardia.

“Nelle scorse settimane – ha dichiarato – prima di ammalarmi, avevo lanciato numerosi appelli a non sottovalutare il pericolo, a mantenere alta la soglia di attenzione, a riprendere dopo le vacanze la vita quotidiana rispettando rigorosamente le regole e le prescrizioni sanitarie. È un dovere verso noi stessi e verso la collettività“.

Coronavirus Manolo Gabbiadini

“Ho provato in prima persona – ha aggiunto Berlusconi – che fino a quando la circolazione di questo virus non sarà debellata, ognuno di noi, pur agendo con la più grande prudenza, è esposto al rischio di essere contagiato e di contagiare gli altri. E questo è tanto più grave per le persone fragili per età o condizioni di salute”.

“Per questo rinnovo a tutti l’appello alla massima responsabilità personale e sociale. Vi ringrazio della vostra presenza – ha concluso Silvio – e speriamo che Dio ci dia una mano a risolvere presto questa situazione. Buon lavoro e buona salute”.

Aggiornato il: 14-09-2020