Stefano Pioli: "Squadra più coraggiosa. E sui fischi a Suso..."

Milan-Spal, Pioli: “Squadra più coraggiosa. E sui fischi a Suso…”

Le dichiarazioni rilasciate dall’allenatore milanista al fischio finale di Milan-Spal, gara valida per gli ottavi di finale di Coppa Italia.

Nel dopo-partita di Milan-Spal, il tecnico rossonero, Stefano Pioli, ha parlato in conferenza stampa. Ecco le sue parole: “Abbiamo indirizzato bene la gara e abbiamo avuto intensità e aggressività. Ero certo della risposta dei giocatori che ultimamente sto scegliendo meno. Sto vedendo atteggiamenti molto positivi. Ho chiesto ai ragazzi di prendere entusiasmo dalla vittoria di Cagliari e oggi ho visto una squadra più coraggiosa. Poi sul mercato, se possiamo migliorare, lo faremo”.

Una considerazione sulla prestazione di Castillejo, autore del gol del 2-0: “Samu aveva cominciato benissimo già dal mio arrivo, poi l’infortunio con la Lazio lo ha un po’ frenato. Sa attaccare la profondità e sa aggredire, può essere un giocatore importante per questo Milan”.

Stefano Pioli

Stefano Pioli: “Theo grande giocatore, ma deve migliorare”

Ottima anche la prestazione di Theo Hernandez: “Deve migliorare l’approccio alla gara: parte sempre poco concentrato e non troppo reattivo, poi esce alla distanza. Deve leggere meglio le situazioni per crescere, perché il suo è un ruolo delicato. Pochi terzini sono come lui con la palla: è già un giocatore fantastico, ma dipende da lui se vuol diventare un grandissimo calciatore”.

Queste, invece, le parole di Stefano Pioli su Piatek: “Kris sta lavorando bene, tutte le volte che viene chiamato in causa si fa trovare pronto. Il fatto che giochiamo con le due punte apre ad altre scelte e ad altre possibilità. Se può giocare con Ibra? Nel calcio tutto è possibile, però poi bisogna provare”.

I tifosi hanno accolto Suso a suon di fischi: “Ho apprezzato moltissimo la risposta della Curva, che lo ha sostenuto dai fischi del resto dello stadio. Per lui è un momento difficile, deve reagire con carattere. Rebic? Ha fatto bene, è più una seconda punta che un esterno. Anche noi vogliamo vincere la Coppa Italia, ma dobbiamo pensare a una partita alla volta”.

Aggiornato il: 15-01-2020