Secondo il presidente Giovanni Malagò, il calcio in Italia sta andando in direzione opposta rispetto agli altri sport.

Il presidente del CONI, Giovanni Malagò, ha parlato della ripresa degli allenamenti ai microfoni di Radio Radio: “Sono costantemente in contatto con il ministro Spadafora – ha dichiarato – suppongo, e credo di non sbagliarmi, che il Dpcm in preparazione da parte del governo proprio in queste ore confermi il blocco degli allenamenti. Fino a quando? Almeno fino al 27 aprile, oppure fino al weekend del primo maggio. Non dipende da me l’eventuale assegnazione dello scudetto in caso di sospensione del campionato: decide il consiglio federale. Ho una mia idea, ma la tengo per me altrimenti scatenerei il caos perché non è tra le mie prerogative decidere”.

Nicchi Cellino Spadafora San Siro Milan Genoa CONI

Secondo Malagò, il calcio in Italia sta andando in una direzione opposta rispetto agli altri sport: “Passo le mie giornate al telefono, collegato via skype o in chat con l’universo che ho l’onore di rappresentare a tutti i livelli. Oggi lo sport, abbastanza alla spicciolata ma in modo quasi unanime, sta andando verso la cancellazione della stagione agonistica, è un dato di fatto, è sotto gli occhi di tutti. Il calcio, invece, vuole andare avanti e si mette in una situazione diversa rispetto alle altre discipline”.

TAG:
CONI Giovanni Malagò

ultimo aggiornamento: 10-04-2020


FIFA, Infantino: “Nessuna partita vale il rischio di una sola vita umana”

Milan, parla Rangnick: “Contatti con i rossoneri, ma nessun accordo”