Saelemaekers-Milan, la conferenza stampa di presentazione

Milan, la conferenza stampa di presentazione di Saelemaekers

Ecco le parole dell’esterno belga, Alexis Saelemaekers, nel corso della sua conferenza stampa di presentazione.

Dopo aver debuttato ufficialmente con il Milan nel secondo tempo della partita contro il Verona, Alexis Saelemaekers, ultimo acquisto di gennaio del club rossonero, si presenta nel corso di una conferenza stampa organizzata a Milanello. Ecco le sue dichiarazioni.

Sull’esordio di domenica contro l’Hellas: “È stato importantissimo per me. Un sogno che diventa realtà”.

Sul derby: “È sicuramente una partita importante – ha affermato Saelemaekers – vengono fuori i grandi giocatori. Spero di giocare per poter dare una mano alla squadra”.

Sulle sue caratteristiche: “Il terzino destro è un ruolo che mi piace. Dal punto di vista difensivo posso giocare bene, ma lo stesso posso fare anche a livello offensivo. Cerco sempre di giocare al massimo e di aiutare i miei compagni”.

Sull’accoglienza ricevuta: “Mi hanno accolto benissimo, è stato fantastico. Lavorerò per dissipare ogni dubbio, sono pronto per il Milan. Voglio concentrarmi solo sul mio lavoro ed entrare fra i titolari”.

Alexis Saelemaekers Milan

Sul connazionale Lukaku: “Quando sono arrivato mi ha fatto i complimenti. Ha detto che per i consigli sulla città posso chiedere a lui. È bello incontrare qualcuno del tuo paese. A chi mi ispiro? Mi piacciono i giocatori belgi e mi ispiro a Ronaldo, che è un modello per tutti i giovani”.

Sui dirigenti del Milan: “Mi sono ritrovato davanti grandi profili come Maldini e Boban. Li ho sempre ammirato, un sogno d’infanzia che si sta realizzando. Ibra lo vedevo in TV, ora lo vedo nello spogliatoio. È una cosa speciale, mi dà la forza di dare tutto”.

Ancora sul club rossonero: “È un grande orgoglio essere qua – ha dichiarato Alexis Saelemaekers – e voglio aiutare la squadra per arrivare in alto. Spero di poter essere importante”.

Sulla scelta del numero di maglia: “Il 56 è il primo numero che ho avuto nel calcio professionistico e mi ha portato fortuna. Spero di tenerlo fino alla fine. Mi trovo bene con Bennacer, anche tutti gli altri che parlano francese. Cercherò di imparare l’italiano il prima possibile”.

Sul suo colpo migliore: “Il cross, è questa la mia principale caratteristica. Secondo me, sono bravo a fare assist”.

Aggiornato il: 04-02-2020