Ecco le dichiarazioni rilasciate dal centravanti croato, Mario Mandzukic, nel corso della sua conferenza stampa di presentazione.

Conferenza stampa di presentazione per Mario Mandzukic. Ecco le dichiarazioni del neo attaccante rossonero. “Sono molto contento di essere qui, mi stavo preparando da tempo per questa opportunità. C’è una bella atmosfera a Milanello, il Milan sta facendo un ottimo lavoro e io voglio essere subito pronto per dare una mano alla squadra”. 

“Ci sono tanti giovani in squadra, ma sono tutti combattivi, ognuno fa il suo lavoro. Io sono un professionista che dà sempre tutto. Se i giovani mi seguiranno sono felice. Mi sono allenato duramente negli ultimi mesi. Se non mi fossi sentito pronto non avrei accettato di venire in un grande club come il Milan. Ovviamente avrò bisogno di qualche giorno per conoscere i compagni di squadra, ma io sono pronto a dare il mio contributo quando il mister mi chiamerà in causa”. 

Una considerazione anche su Ibrahimovic: “Io e Zlatan abbiamo grande esperienza, è importante incutere timore agli avversari e proteggere i compagni. Serve anche questo e io sono assolutamente pronto. Manca ancora tanto alla fine della stagione: se guardiamo come sono state le ultime partite, in cui tutti hanno lottato per vincere, sarà più facile arrivare allo scudetto”.

“Un saluto in italiano ai tifosi? Conosco tante parole in italiano, ma preferisco dire la mia sul campo: è questo quello che conta. Tutti conoscono la storia del Milan e i tanti successi che ha avuto. Vincere lo scudetto sarebbe importante, ma preferisco parlarne poco e pensare di più al campo”. 

Mario Mandzukic
Nella foto: Mario Mandzukic

Mandzukic non vede l’ora di cominciare: “Non mi preoccupo degli altri club, ma solo del Milan e di me stesso. Voglio dare il meglio per la mia squadra. Sono molto ambizioso e ho sempre lavorato tanto nella mia carriera. Il Milan sta facendo molto bene, ma come ho detto prima la stagione è ancora lunga, ci sono tante partite difficili da giocare e quindi dobbiamo continuare così se vogliamo arrivare al nostro obiettivo”.

“Ho parlato con mister Pioli, è una persona molto positiva. Mi ha chiesto della posizione, io ho risposto che gioco dove c’è bisogno. Mi sento bene, negli ultimi mesi ho lavorato tanto e il mio fisico è assolutamente pronto per tornare in campo. Non preoccupatevi, sto bene! Sono in forma”.  

Sulla Juventus avversaria: “Sarà come affrontare tutte le altre partite. Sul campo siamo rivali, poi fuori siamo ancora amici. Spero di rivedere presto i tifosi allo stadio. Ho sempre avuto un bel rapporto con i tifosi bianconeri, li rispetterò per sempre, ma ora io combatterò per il Milan e per i suoi tifosi. Sarri? Non mi piace parlare del passato, voglio pensare solo al presente al Milan”. 

Mario indosserà la maglia rossonera numero nove: “Non mi preoccupano i numeri di maglia. Ho avuto spesso il 17, ma non era libero. Ho giocato spesso anche con il 9 e visto che era libero l’ho preso. La cosa più importante è fare bene in campo. Tutti sanno quanto sono ambizioso, ma sanno anche che preferisco lavorare piuttosto che parlare. Meglio agire, che parlare”.  

TAG:
Mario Mandzukic Milanello slider

ultimo aggiornamento: 21-01-2021


Dalot: “Ibra è molto esigente. Scudetto? Sarebbe speciale”

Milan-Atalanta, arbitra Mariani