L’analisi del noto giornalista Condò: “Il Milan pensava di aver aggiunto molto col mercato di gennaio, ma per ora quel molto è zero”.

Dalle colonne del quotidiano La Repubblica, il giornalista Paolo Condò ha parlato così del momento della squadra di Pioli: “Il Milan aveva raggiunto lo status di candidata, giusta ricompensa per chi continua ad avere un vantaggio di 17 punti, 20 gol segnati e 3 subiti sull’anno scorso: numeri che vanno usati come chiodi ai quali aggrapparsi per restare in parete, e non precipitare oltre quel quarto posto che darà alle prime sette il segno della stagione (a Juve e Inter si chiedeva e si chiede di più, ovviamente)”.

Spalletti Stefano Pioli derby Milan Rangnick
Nella foto, il tecnico rossonero Stefano Pioli

“Il pari della Roma a Benevento – ha aggiunto Condò – toglie peso allo scontro diretto di domenica, ma è evidente che Pioli deve interrompere una deriva. Psicologica, prima che tecnica: il Milan pensava di aver aggiunto molto col mercato di gennaio, ma per ora quel molto è zero. Non deve pensarci, perché anche le piccole delusioni costano energia”. 

TAG:
Milanello Paolo Condò

ultimo aggiornamento: 22-02-2021


Milan, tutto in una settimana: Stella Rossa e Roma decisive

Il Milan accelera su Thauvin: nuovi contatti