La sentenza di primo grado ha dato ragione a Boban, ma il Milan è pronto a fare ricorso per dimostrare la legittimità del licenziamento.

Come riporta “Dagospia”, Zvonimir Boban ha vinto la causa con il Milan per il suo licenziamento. Il Tribunale di Milano ha condannato in primo grado il club rossonero a pagare 5 milioni e 375mila euro all’ex Chief Football Officer milanista, allontanato dopo un’intervista rilasciata da quest’ultimo al quotidiano “La Gazzetta dello Sport” (pubblicata lo scorso marzo) in cui criticava l’amministratore delegato Ivan Gazidis. 

Icardi Spalletti Teun Koopmeiners Matteo Gabbia zaracho Ariedo Braida Ralf Rangnick runic Spalletti Ralf Rangnick Robinson Alexis Saelemaekers Matias Viña Ricardo Rodriguez Bernard Arnault Bernardeschi Januzaj Cengiz Under Elliott David Han Li Arnault Cassano Boban Becir Omeragic Stanislav Lobotka Juan Foyth ranking uefa Casa Milan Demiral Dani Olmo Gazidis

La questione, comunque, non è ancora chiusa. Stando a quanto riferito da MilanNews.it, infatti, la società di via Aldo Rossi, dopo aver letto le motivazioni della sentenza, predisporrà il ricorso per portare la causa al secondo grado di giudizio. Il Milan vuole dimostrare la legittimità della scelta operata, ovvero quella di licenziare Boban per giusta causa.

TAG:
Milanello Zvonimir Boban

ultimo aggiornamento: 30-12-2020


No del Milan alla cessione di Krunic

Moratti: “Lotta scudetto? Per ora il Milan lo merita di più dell’Inter”