Ecco quanto dichiarato da Luigi Capitanio in merito all’ingresso dei fondi americani in Serie A.

“Scatenati i lupi della finanza, affamati di gol e stadi. Serie A, una sfida per i fondi”. È questo il titolo de il ‘Corriere della Sera’ in merito all’ingresso sempre più massiccio dei fondi americani in Serie A.

A tal proposito Luigi Capitanio, partner di Monitor Deloitte ha spiegato: “Il primo elemento è il mercato potenzialmente aggredibile. Ci sono 30 milioni di appassionati, quindi di potenziali clienti. Molti di più se si considerano le dimensioni internazionali. Il secondo motivo è per la capacità di generare ricavi”.
E su questo secondo punto, il gioco sarà in larga parte incentrato sugli impianti sportivi: “E’ questo il grande valore inespresso. Stimiamo infatti che nei prossimi 10 anni gli interventi di rinnovamento delle infrastrutture genereranno nuove fonti di ricavo per l’industria del calcio e per i settori collegati pari a circa 25 miliardi di ricavi”.

Nicchi Conte Albertini Infantino Coronavirus Serie A coronavirus Milan-Genoa Pradè Calhanoglu Commisso Lega Serie A Ante Rebic diego laxalt Rebic Paquetà ricardo rodriguez Rebic Stefano Pioli Kessié nuovo San Siro Milan-Sassuolo
Milanello

ultimo aggiornamento: 23-09-2021


Ordine: “Non è normale avere 8 infortunati al 22 settembre”

Vierchowod: “Il Milan può essere la sorpresa della stagione”