Calhanoglu al centro del Milan: e il club se lo tiene stretto

Calhanoglu al centro del Milan: e il club se lo tiene stretto

Dalla Germania lo tentano, ma Calhanoglu non si muoverà da Milano. Il turco è un giocatore insostituibile, un punto di riferimento per la squadra.

Un’altra gara da assoluto protagonista. Contro l’Atalanta, Hakan Calhanoglu si è messo in bella mostra con un gol dei suoi: punizione magica da posizione defilata e pallone là dove Gollini non si sarebbe mai aspettato. Il turco è diventato un giocatore insostituibile, che abbina corsa e qualità. Pioli non rinuncerebbe mai al suo numero dieci.

Milan-Torino Brescia-Milan Calhanoglu Milan Atalanta-Milan

Come evidenzia La Gazzetta dello Sport, Calhanoglu poteva diventare un equivoco tattico, invece si è evoluto. Merito proprio di Stefano Pioli, che lo ha accontentato schierandolo stabilmente nel ruolo dio trequartista, quello che ha sempre preferito. La stoffa c’è sempre stata, mancava solo quella continuità che Hakan pare aver trovato in questi mesi.

Come detto, la posizione in campo lo ha certamente avvantaggiato, ma Calhanoglu ci ha messo del suo, lavorando impegno e costanza. Hakan ha un accordo fino al 2021, ma i vertici di via Aldo Rossi non sono preoccupati. Il suo cartellino vale almeno 25 milioni e il prezzo, probabilmente, sarebbe superiore se il contratto fosse più lungo. Alcuni club tedeschi (Lipsia su tutti) lo riporterebbero volentieri in Bundesliga ma “Calha” per ora è al centro del Milan. E non si muoverà dall’Italia.

Aggiornato il: 25-07-2020