Intervista del giovane esterno al club channel milanista: “La concorrenza fa bene a tutti, è uno stimolo per migliorarsi sempre”.

Il terzino rossonero, Davide Calabria, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Milan TV. “I singoli possono fare la differenza e noi abbiamo singoli importanti in questa squadra. Poi, ovviamente, dipende anche dallo stato mentale del gruppo. In questo momento stiamo in totale fiducia, siamo sicuri di quello che facciamo e siamo convinti che non è una cosa scontata. Siamo in un momento positivo, sia mentalmente che fisicamente, e il campo ci sta dando i risultati che vogliamo”.

Una considerazione su Saelemaekers: “Ci sono tanti ragazzi giovani che stanno facendo bene come Alexis e che vengono da un campionato straniero: non è facile da subito far bene come ha fatto lui .Il mister mi ha chiesto di dare consigli sui movimenti che sono fondamentali per la catena. Non possono esserci undici titolari ma devono essercene 20-25. Quindi è giusto che sia così, soprattutto per una squadra che deve avere ambizioni alte come il Milan. Può far bene a tutti, è solo uno stimolo per migliorarsi sempre durante la settimana”.

Davide Calabria ha iniziato la nuova stagione col piede giusto: “Ho lasciato da parte determinate cose che mi infastidivano per concentrarmi solo sul campo e questa cosa ha fatto bene a me e alla squadra, perché stiamo facendo bene tutti. E comunque una cosa che fondamentale è essere libero di testa e di giocare. Il mister mi ha dato più fiducia, mi ha lasciato più libero di svariare in avanti e questa cosa ha portato poi i risultati che stiamo vedendo tutti. Speriamo di continuare così perché siamo solo all’inizio”.

Davide Calabria Milan

Calabria: “Nel 2020 abbiamo fatto bene”

Si parla anche del prossimo avversario in Europa League, il Bodo/Glimt: “Penso che partite facili in Europa non ce ne sono. Guardando tutte quelle che hanno giocato negli anni passati, soprattutto in Italia, hanno avuto tutte difficoltà. Abbiamo tutto da perdere ma se mettiamo la stessa cattiveria agonistica che stiamo avendo in questo periodo, una squadra come il Milan non può avere il timore di affrontare tutte le altre squadre del mondo. L’ambizione deve essere quella di vincere, che sia la squadra più forte del mondo o la più piccola”.

“Avere la stessa squadra, lo stesso allenatore e le stesse idee di gioco – ha osservato l’esterno milanista – è un punto a favore. Noi siamo concentrati su questo, l’importante penso che sia continuare ad avere l’intensità che abbiamo e saperci muovere in campo: queste sono le cose più importanti, poi il resto vien da sé”.

La squadra è focalizzata sul proprio obiettivo: “In questo momento dobbiamo pensare solo a noi stessi, è ancora presto per parlare di diretti concorrenti, quindi dobbiamo pensare a far bene e continuare a fare quello che abbiamo fatto dal 2020 in poi. Il mister ci dice che la classifica del 2020 ci vede secondi, non ha giocato l’Atalanta questo weekend quindi siamo primi. Nel 2020, non solo nel post lockdown, e questa cosa ci sta dando tanta motivazione perché per fare così bene in un periodo così lungo vuol dire che le qualità ci sono.  Dobbiamo solo dimostrarle durante l’anno per tutto l’anno”.

TAG:
Calabria Milan TV slider

ultimo aggiornamento: 22-09-2020


Bollettino Coronavirus: 300.897 casi totali, 35.738 morti, 219.670 guariti

Milenkovic costa troppo: il Milan vira su Nastasic