Cagliari-Milan è finita con il risultato di 0-2. Ecco quanto dichiarato nel post partita dall’allenatore rossonero Pioli.

È finita con il risultato di 0-2 la partita di campionato Cagliari-Milan. Ecco quanto dichiarato nel post partita dall’allenatore rossonero Pioli.

Stefano Pioli
Stefano Pioli

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport ha dichiarato: “Pensiamo a dare il massimo ogni partita, la stagione è così. Chiedo ai miei giocatori sempre attenzione, dobbiamo essere tutti pronti, lo siamo stati. Abbiamo fatto una prova di forza, abbiamo vinto meritatamente“.

Su Mandzukic: “Ibra ha detto che ci pensa lui a tenerlo a bada. Sono contento, la società è ambiziosa, vuole che il Milan torni in alto, l’arrivo di Mandzukic va in questa situazione. Visti i tanti impegni e le criticità di questa stagione, c’è bisogno di tanti giocatori. Inoltre dico loro che non è importante la quantità di minuti ma la qualità. Quando la società me l’ha proposto ho detto subito sì, ci ho parlato, è molto motivato, è un vincente”.

Su Mandzukic e Ibrahimovic insieme ha poi aggiunto: “Contano i principi di gioco, abbiamo trovato un equilibrio, giochiamo sempre con due attaccanti, uno centrale e uno a sinistra. Con Mario non ho ancora parlato di tattica. C’è bisogno di tanti giocatori, le partite sono tantissime. È inevitabile che ci saranno cambiamenti, turnover. C’è bisogno di non correre rischi. Abbiamo tirato il collo a parecchi giocatori da settembre a dicembre e ne abbiamo persi diversi per infortunio. Sono contento delle scelte della società, è pronta a farlo ancora se ce ne sarà l’occasione”.

Per quanto riguarda lo scudetto: “Sette squadre sono fortissime, tutte lotteranno fino alla fine per vincere lo scudetto ed arrivare in Champions. Noi lotteremo per entrare tra le prime quattro, è un percorso che ci deve dare fiducia. Stasera abbiamo vinto lottando, poi la qualità ci ha dato ragione”.

TAG:
Cagliari-Milan Pioli slider

ultimo aggiornamento: 18-01-2021


Nel nome di Ibra: doppietta di Zlatan, il Milan passa

Cagliari-Milan, Di Francesco: “Ibra furbo ed esperto”