Brusaferro (Iss): "Non ci sono le premesse per eventi col pubblico"

Brusaferro (Iss): “Non ci sono le premesse per eventi col pubblico”

Al momento, dunque, non sembrano esserci i presupposti per la riapertura degli stadi: “Problemi nel gestire l’ingresso e l’uscita delle persone”, ha precisato Brusaferro.

“I raduni di massa sono considerati al mondo come il massimo livello di rischio che non è legato solo all’evento. Ci sono una serie di problemi nel gestire l’ingresso e l’uscita delle persone”. Lo ha dichiarato al Corriere della Sera il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, a proposito della riapertura degli impianti sportivi in Italia.

Nicchi Conte Albertini Infantino Coronavirus Serie A coronavirus Milan-Genoa Pradè Calhanoglu Commisso Lega Serie A Ante Rebic diego laxalt Rebic Paquetà ricardo rodriguez Rebic Stefano Pioli Kessié nuovo San Siro Milan-Sassuolo

“Il Comitato tecnico scientifico – ha aggiunto – ritiene che allo stato attuale non ci siano le premesse per eventi con spettatori e la preoccupazione è anche quella di non sovraccaricare il sistema di altri fattori di rischio. I dati di questi giorni sono dovuti ai comportamenti di agosto. Se vogliamo che non salgano e che la curva abbia un aggiustamento positivo dobbiamo inserire stabilmente nella nostra vita quotidiana le oramai note regole dell’igiene delle mani, personale e degli ambienti, del distanziamento interpersonale e dell’uso delle mascherine”.

Dello stesso avviso anche il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Per quanto mi riguarda – ha dichiarato il Premier al Fatto Quotidiano – la presenza allo stadio, così come a manifestazioni in cui l’assembramento è inevitabile, come all’ingresso e all’uscita, non è opportuna”.

Aggiornato il: 05-09-2020