L’ex rossonero Bierhoff dubita che lo svedese possa andare d’accordo con Rangnick: “Sono due personalità forti con idee chiare”.

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex attaccante del Milan, Oliver Bierhoff, oggi direttore delle nazionali tedesche, ha parlato di Ralf Rangnick: “Di una cosa sono certo, perché ho avuto delle chiacchierate molto interessanti con lui: di testa non è mai fermo. È sempre lì a pensare ai suoi programmi, a studiare e nonostante la sua età ha ancora tantissima motivazione e fame. Per questo quando si farà vedere sarà molto caricato”.

Massara Inter-Milan Zlatan Ibrahimovic Cagliari-Milan

Questo, invece, il pensiero di Bierhoff in merito a una possibile convivenza al Milan tra il professore e Ibrahimovic: “A Rangnick piace più il gioco dei giovani, aggressivo, veloce, con molto pressing. C’è da vedere Ibra quanta voglia ha. Sono due personalità forti con idee chiare, è da dimostrare quanto possano andare d’accordo. Ibra ha qualità incredibili. Fisicamente ci sta che continui, ma un’altra cosa è la testa. Io mi resi conto che non avevo più la grinta di dare il massimo. Lui ha più talento naturale di me, ma se arriva Rangnick, è da valutare. Lui è un tipo concreto, chiaro. Se uno non segue i suoi programmi è fuori, e sarà interessante vedere se due grandi personalità si mettono insieme”.

TAG:
Oliver Bierhoff Rangnick Zlatan Ibrahimovic

ultimo aggiornamento: 03-07-2020


Lazio-Milan, la conferenza stampa di Pioli

Bollettino Coronavirus: 241.184 casi totali, 34.833 morti, 191.467 guariti