Berlusconi sulla cessione del Milan: "Ho fatto quello che dovevo fare"

Berlusconi sulla cessione del Milan: “Ho fatto quello che dovevo fare”

Le dichiarazioni dell’ex patron del Milan, Silvio Berlusconi, a TeleLombardia: “Sono ancora vicino alla società rossonera, do consigli”.

Intervenuto a TeleLombardia, l’ex presidente del Milan, Silvio Berlusconi, oggi proprietario del Monza, ha detto la sua su Paolo Maldini, attuale responsabile dell’area tecnica rossonera: “È difficile per un giocatore trasformarsi in qualcuno che deve prendersi cura degli altri, c’è sempre una sorta di individualismo difficile da superare. Non sempre dei calciatori che hanno lasciato la maglia possono essere l’ideale per stare vicino agli altri giocatori e per sostenerli nei loro sforzi, indicando loro la strada migliore. Io voglio molto bene a Maldini, volevo bene a suo padre e vorrò bene al figlio, che si preannuncia essere uno dei giovani più interessanti al Milan. Daniel al Monza? Speriamo di sì, speriamo che si confermi un giovane di talento”.

Paolo Maldini Zaccheroni
Nella foto: Paolo Maldini

Berlusconi ha parlato anche della possibile sfida tra Milan e Monza nella Serie A 2021-2022: “Magari non indosserò nessuna sciarpa (ride, ndr). Il mio cuore batte al 50% per il Milan e al 50% per il Monza. Penso che sarà così anche per Milan-Monza. Ma adesso dobbiamo pensare alla Serie B”.

Questa, invece, la considerazione del Cavaliere sul club milanista: “Non è facile trovare un successore, è difficile succedere ad un Berlusconi. Credo che io abbia fatto quello che dovevo fare: sono ancora vicino al Milan, do tutti i suggerimenti che mi possono sembrare utili. Spero che con la mia semi assistenza possano vincere ancora”.

Aggiornato il: 10-06-2020