Dopo due mesi tornano insieme dal primo minuto Bennacer e Calhanoglu. L’apporto dei due in mezzo al campo è cruciale: i numeri non mentono

L’ultima volta insieme risale al 13 dicembre 2020. Due mesi tondi tondi. Ora però, come espresso dall’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, gli uomini chiave del centrocampo si apprestano a tornare. Perché Calhanoglu e Bennacer costituiscono elementi determinanti nell’undici schierato da Pioli. Un asse centrale capace di abbinare qualità e sostanza. 

Hakan Calhanoglu
Hakan Calhanoglu

Nessuno meglio di Hakan sa collegare e illuminare il gioco. Il turco ha compiuto una netta evoluzione, diventando un giocatore sopraffino.

Giù le mani poi da Bennacer. Con lui alla regia, precise traiettorie fanno il paio con doti di interdizione. I numeri parlano chiaro: in campionato ha recuperato 65 palloni, per una media a partita di 6.5 contro i 3.95 della media ruolo. Idem per la quantità di passaggi (425) e verticalizzazioni (154): un direttore d’orchestra da grandi palcoscenici. 

TAG:
Hakan Calhanoglu Ismael Bennacer Milanello rassegna stampa

ultimo aggiornamento: 13-02-2021


CorSera – “Doppia partita” per il Milan

Calciomercato Milan: torna di moda Emerson Royal