Seguici su

Notizie

Milan: il tetto ingaggi ora potrebbe essere un problema

Casa Milan

Il tetto ingaggi fissato a 4.5 milioni di euro potrebbe non essere più sostenibile per trattenere i big in rosa e attirarne di altri.

Al momento si discute molto su quale sarà il percorso per il futuro del Milan sotto i nuovi proprietari RedBird Capital e quali saranno le loro ambizioni per la squadra, ovvero il livello di rosa che vuole schierare e i costi che sono disposti a sostenere per aiutare a crescere il club.Le basi di questo ragionamento iniziano nel 2018, quando Elliott Management prese il controllo del club dopo un periodo grandissima difficoltò sotto Yonghong Li, per quanto riguarda i costi della squadra e in particolare gli stipendi dei giocatori.

Gordon Singer

Una volta che il fondo americano è divenuto il proprietario del club, ha intrapreso una politica di tagli eliminando i costi inutili, e da allora anche il il budget salariale è stato fortemente ridimensionato. Elliott ridotto drasticamente le spese negli ultimi anni creando una sorta di circolo virtuoso, e in questo contesto il Milan ha visto il proprio budget salariale scendere dai 150 milioni lordi del 2018-19 a circa 100 milioni della scorsa stagione (dopo la finestra di gennaio ).

Rispetto alle squadre italiane, il monte ingaggi del Napoli è stato di 110 milioni di euro, quello dell’Inter di circa 130 milioni di euro mentre la Juventus si è distinta soprattutto con 172 milioni di euro lordi, il che significa che il Milan era comodamente l’ultimo degli attuali primi quattro. Guardando ad altre squadre in Europa, il Bayern, capolista della Bundesliga, aveva un monte ingaggi di 192 milioni di euro, il PSG era a 470 milioni di euro, il Manchester City a 258 milioni di euro e infine il Real Madrid ha pagato 401 milioni di euro di stipendi lordi per il 2021-22.

Rafael Leao

La visione strategica e di costruzione della rosa ha reso possibile tutto questo: puntare fortemente sull’ingaggio di giovani giocatori con un alto potenziale e dal costo non elevato e con salari relativamente bassi, e profili di grande esperienza come Zlatan Ibrahimovic, Olivier Giroud, Simon Kjaer e Alessandro Florenzi.

Tuttavia, Elliott Management (che ha ancora il controllo fino alla chiusura completa della vendita a settembre) e RedBird hanno ora un problema che sarebbe ridiscutere il tetto salariale del club.

MilanNews ha riportato che allo stato attuale lo stipendio massimo che il Milan ha scelto di pagare ai suoi giocatori ammonta a 4,5 milioni di euro netti a stagione, con la strana eccezione di Ibrahimovic.

Sembra essere una cifra abbastanza arbitraria con l’obiettivo di limitare la massa salariale complessiva, ma semplicemente non si può sfuggire all’idea che una tale politica diventi un limite quando si cerca di fare quel passo successivo, per colmare il divario con i top club europei.

Quando quei giocatori che sono stati ingaggiati grazie al loro talento, come Leao, Tonali, Theo, Tomori, ora si sono affermati come top player, si aspettano di essere pagati come tali, specialmente quando i loro agenti ottengono l’interesse di altri top club che possono offrire loro uno stipendio più alto.

C’è un compromesso da trovare, naturalmente, perché modificare il budget salariale tenendo Gianluigi Donnarumma e accettarele richieste dell’ormai defunto Mino Raiola sarebbe stato un passo troppo avanti, ma poi giocatori come Hakan Calhanoglu, a prescindere da cosa si pensi alle sue capacità di giocatore, gli è stato permesso di andare via per 500.000 euro all’anno im più.

Mentre Franck Kessie parte per una nuova avventura a Barcellona, ​​c’è un’altra questione molto spinosa che il Milan dovrà affrontare presto ed è il rinnovo di Rafael Leao. Diverse indiscrezioni hanno riportato come il Milan abbia offerto 4,5 milioni netti a stagione all’esterno portoghese e al suo entourage – quindi in linea con il tetto ingaggi– ma le richieste sono ben oltre, 6-7 milioni all’anno.

Il Milan deve prendere una decisione e rispondere alla seguente domanda: per un giocatore dell’importanza e delle potenzialità di Leao, vale la pena andare oltre quel limite? La logica dice di sì, perché uno scenario significa che i rossoneri manterrebbero in rosa il talento e manderebbero un segnale sulla serietà del loro progetto, mentre l’altro prevede una potenziale vendita la prossima estate per evitare il rischio di perdere gratuitamente un altro giocatore.

Leao però non è un caso isolato, va detto. Ci sono altri giocatori all’interno della rosa a cui è dovuto un meritato aumento di stipendio e potrebbero altrimenti iniziare ad attirare l’interesse dall’estero. Fikayo Tomori è stato potenzialmente il miglior difensore centrale della Serie A dal suo arrivo, e i club della Premier League potrebbero interessarsi , quindi è necessario presentare una proposta di rinnovo adeguata.

Anche Ismael Bennacer e Pierre Kalulu sono giocatori a cui si applica il medesimo ragionamento, e la stessa nozione è anche un fattore quando si negoziano gli acquisti. Per attirare giocatori e quindi aumentare il livello della rosa, è necessario fare sacrifici poiché il panorama globale del calcio accelera sempre di più verso un’inflazione degli stipendi.

Il Milan è stato bravo a scoprire talenti nel recente passato, ma il problema è che le big europee possono offrire ingaggi molto superiori e spesso hanno a disposizione maggiori risorse economiche. Sven Botman è andato al Newcastle United perché lo hanno convinto con un’offerta superiore, mentre Renato Sanches potrebbe passare al PSG per guadagnare 1-1,5 milioni di euro in più all’anno e Charles De Ketelaere potrebbe ancora essere influenzato dal Leeds se gliene verrà data la possibilità di offrirgli uno stipendio maggiore.

L’auspicio è che la proprietà sia ben consapevole di ciò che la prossima fase del progetto comporti e che veda il limite salariale interno modificato, elevato a un livello più ragionevole che sia congruente con le ambizioni di vincere ancora lo scudetto e andare oltre in Europa.

Ci sono alcune cose che potrebbero aiutare anche questo. I conti continuano a migliorare grazie ai maggiori ricavi post Covid, ma anche attraverso il rinnovo degli accordi con PUMA ed Emirates che porteranno più soldi nelle casse. Inoltre, ci sono più premi in denaro dall’UCL e più flussi di cassa significano maggiori margini da investire.

Ora la palla passa a Gerry Cardinale, che ha il compito non così semplice di aumentare la competitività della rosa, bilanciando le politiche interne e cercando di costruire una rosa competitiva entro i parametri della sostenibilità. Senza dubbio Paolo Maldini farà pressioni, perché saprà meglio di chiunque altro che per continuare a costruire bisogna fare dei sacrifici.


Prodotti ufficiali AC Milan,
per i veri tifosi del diavolo rossonero!

Guarda le offerte

La redazione di Notizie Milan - giovane, dinamica e indipendente - vive il mondo rossonero 24 ore su 24.
Una passione a 360°, che si fa professione per raccontare in modo libero e scrupoloso le vicende del Diavolo.
Dalle news al calciomercato, dalle partite ai social, da Milanello a San Siro: la nostra missione è tenervi sempre aggiornati.
Perché Notizie Milan c’è, sempre e comunque, che si vinca o che si perda. Per i nostri lettori, per noi che amiamo questi colori.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Notizie Milan su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram
Clicca qui per scaricare la nostra APP


Primo Chef App


Leggi anche

esultanza gol Torino-Milan esultanza gol Torino-Milan
Calciomercato4 ore ago

Mercato Milan: il terzino rossonero può finire in Francia

Mentre continuano le manovre del Milan per arrivare al difensore e centrocampista, un giocatore rossonero potrebbe uscire. Mentre il Milan...

Calciomercato4 ore ago

GdS: il Nottingham Forest vuole il giocatore del Milan

Il periodo in prestito di Tiemoue Bakayoko al Milan potrebbe terminare poiché un club della Premier League sta mostrando interesse...

Milan premiazione campionato 2022 Milan premiazione campionato 2022
Notizie4 ore ago

CorSera: il principale punto di forza del Milan nel 2022-23 rispetto ai rivali

Il Milan ancora una volta non è il favorito dei bookmaker per vincere il titolo in vista della nuova stagione,...

Paolo Maldini Paolo Maldini
Calciomercato4 ore ago

Mercato Milan: la pista per il difensore si raffredda, per ora

Il nome di Evan N’Dicka dell’Eintracht Francoforte sembra al momento raffreddarsi per il Milan, anche se sembra che i rossoneri...

Icardi Spalletti Teun Koopmeiners Matteo Gabbia zaracho Ariedo Braida Ralf Rangnick runic Spalletti Ralf Rangnick Robinson Alexis Saelemaekers Matias Viña Ricardo Rodriguez Bernard Arnault Bernardeschi Januzaj Cengiz Under Elliott David Han Li Arnault Cassano Boban Becir Omeragic Stanislav Lobotka Juan Foyth ranking uefa Casa Milan Demiral Dani Olmo Gazidis Icardi Spalletti Teun Koopmeiners Matteo Gabbia zaracho Ariedo Braida Ralf Rangnick runic Spalletti Ralf Rangnick Robinson Alexis Saelemaekers Matias Viña Ricardo Rodriguez Bernard Arnault Bernardeschi Januzaj Cengiz Under Elliott David Han Li Arnault Cassano Boban Becir Omeragic Stanislav Lobotka Juan Foyth ranking uefa Casa Milan Demiral Dani Olmo Gazidis
Notizie4 ore ago

Milan-Tomori: ecco quando arriverà la firma sul rinnovo

Gli incontri tra l’agente di Tomori e la dirigenza rossonera sono stati positivi, ecco quando potrebbe arrivare l’ufficialità. Secondo Calciomercato.com...

Cassano Sileri Gravina Spadafora Milan-Genoa Matteo Gabbia Sarri Milan-Juventus Antonio Conte Inter-Milan Saelemaekers Paquetà Matteo Gabbia Milan-Sampdoria Leao Cassano Milan Todibo Luka Jovic settore giovanile Ancelotti Milan-Sassuolo Shevchenko nuovo San Siro Kessié Mattia Caldara Ibrahimovic Cassano Sileri Gravina Spadafora Milan-Genoa Matteo Gabbia Sarri Milan-Juventus Antonio Conte Inter-Milan Saelemaekers Paquetà Matteo Gabbia Milan-Sampdoria Leao Cassano Milan Todibo Luka Jovic settore giovanile Ancelotti Milan-Sassuolo Shevchenko nuovo San Siro Kessié Mattia Caldara Ibrahimovic
Notizie4 ore ago

Milan-Udinese, Sottil: “A San Siro ce la giocheremo”

Il tecnico dell’Udinese, prossimo avversario del Milan, Andrea Sottil ha parlato alla vigilia della sfida contro i rossoneri in campionato....

palloni Serie A palloni Serie A
Notizie5 ore ago

Serie A: le controanalisi confermano la positività al doping del giocatore

Il giocatore è risultato positivo al doping anche alle controanalisi, ora si attendono sviluppi. José Palomino, difensore dell’Atalanta è risultato...

Massara, Maldini e Gazidis Massara, Maldini e Gazidis
Calciomercato5 ore ago

Mercato Milan: il centrocampista può essere acquistato per 7 milioni, può chiudere

Il Milan crede che Raphael Onyedika sia l’uomo giusto per completare il reparto di centrocampo e un accordo può essere...

Sandro Tonali Sandro Tonali
Notizie5 ore ago

Milan, Tonali: “Arrivato al Milan al momento giusto. Pronostici? Non li guardiamo”

Sandro Tonali ha insistito sul fatto che lui e i suoi compagni di squadra del Milan non si preoccupano dei...

calcio pallone calcio pallone
Calciomercato6 ore ago

Mercato Milan: un difensore subito, l’altro a parametro zero anno prossimo

È probabile che il Milan cerchi di acquistare Evan N’Dicka dell’Eintracht Francoforte, fra un anno a parametro zero. Il giornale...

Charles De Ketelaere Charles De Ketelaere
Notizie6 ore ago

GdS: De Ketelaere si prepara ad assaporare un San Siro pieno, i suoi primi dieci giorni a Milano

Charles De Ketelaere è in Italia da poco più di una settimana ma non vede l’ora di esordire in Serie...

Ante Rebic Ante Rebic
Notizie6 ore ago

Milan-Udinese: Giroud e Origi recuperano ma Rebic partirà dall’inizio

Una buona notizia è arrivata dall’ultimo allenamento del Milan in vista della partita contro l’Udinese a San Siro, tornano Origi...


   Guarda Video

Più letti