L’ATS di Milano ha parlato della possibilità che il prossimo 17 ottobre abbia luogo o meno il derby di Milano. Ecco quanto affermato in merito.

Sabato 17 ottobre, alle ore 18, è in programma il derby Inter – Milan. Un appuntamento senz’ombra di dubbio importante per entrambe le squadre che devono fare i conti con alcuni calciatori risultati positivi al coronavirus.

San Siro
San Siro

Una situazione che preoccupa soprattutto in vista del derby di Milano e sull’argomento è intervenuta ai microfoni di Adnkrons, l’ATS di Milano. A proposito del possibile svolgimento della partita Inter – Milan è stato affermato: “Ci sono dei protocolli che sono stati fatti dal ministero della Salute con la Figc e li stiamo rispettando. Se le squadre, Inter e Milan in questo caso, si attengono a quanto prescritto, se osservano l’isolamento, se fanno il tampone prima di entrare allo stadio il giorno della gara programmata, in modo da poter consentire l’accesso solo ai negativi, se poi riprendono il periodo di quarantena previsto, noi verifichiamo e a quel punto autorizziamo il derby”.

Per poi aggiungere: “Se i club rispettano queste regole non ci opponiamo al derby, in linea con quanto previsto dai protocolli. Al momento noi ci riferiamo alla circolare del ministero (del 18 giugno), a cui il protocollo Figc fa riferimento. Se un calciatore è contatto stretto di un positivo, con tampone negativo e seguendo quel rigido protocollo può allenarsi e può giocare partite”.

TAG:
derby

ultimo aggiornamento: 10-10-2020


Ibra e il protocollo da seguire: visita medica, poi a Milanello

Calciomercato Milan, i rinnovi difficili rappresentano un problema in più