Elliott investirà a gennaio solo se l’obiettivo europeo sarà ancora alla portata. Ecco perché diventa fondamentale, per il Milan, vincere di oggi.

“Il Milan alla prova verità”. Lo scrive questa mattina il Corriere della Sera per sottolineare l’importanza, per i rossoneri, della partita di oggi contro l’Atalanta di Gian Piero Gasperini. È una gara che vale un pezzo enorme di stagione, determinante per la classifica e per il morale, ma anche per il mercato. A gennaio, infatti, la proprietà metterà mano al portafogli solo se ne varrà davvero la pena, solo se l’obiettivo sarà ancora realisticamente alla portata.

Stefano Pioli Milan-Sassuolo

Mister Stefano Pioli non vuole sentir parlare di match decisivo, ma la verità la racconta la classifica: una sconfitta a Bergamo nel lunch match della 17esima giornata (fischio d’inizio alle 12.30) spedirebbe Romagnoli e soci a meno dieci dai bergamaschi, ovvero a una distanza siderale dalle posizioni europee.

Vietato sbagliare, dunque. Il Milan è in crescita, sia dal punto di vista mentale che tecnico-tattico (c’è anche una maggiore autostima), ma il gol continua a rappresentare un grosso problema. Tuttavia, adesso la squadra crea. E parecchio. A Bergamo si può fare risultato, ma servirà una prova perfetta. E sotto-porta bisognerà fare molto meglio rispetto alla precedente uscita con il Sassuolo.

ultimo aggiornamento: 22-12-2019


Atalanta-Milan, la rassegna stampa

Milan, dubbi su Ibra: perché puntare su un 38enne che non ha entusiasmo?