Le parole di Boban a DAZN dopo la disfatta con l’Atalanta: “Squadra giovane, ma questa è la politica della società”.

Al termine di Atalanta-Milan, il dirigente rossonero, Zvonimir Boban, ha parlato ai microfoni di DAZN: “Non c’è stata la prestazione e questo fa molto male, è imbarazzante: questo non può essere il Milan. Abbiamo fatto partite in modo diverso, si sperava si potesse continuare così. Dobbiamo pensare tanto e pensare bene, reagire ed avere carattere. Oggi parlare dei singoli è difficile, la squadra non ha reagito e non ha saputo trovare la maniera di giocarla con la testa diversa, visto che l’avversario era superiore sotto tutti gli aspetti. Non è questione di un giocatore”.

Il Milan ha bisogno di rinforzi dal mercato: “Faremo il nostro meglio, rispetto a quello che possiamo fare e ci permettono di fare, per migliorare la squadra. L’ultimo 5-0 nel ’98? C’ero anche io, queste cose succedono, è lo sport. Bisogna pensare a quello che si è fatto di buono negli ultimi due mesi e non buttare tutto via: serve una forte reazione da parte di tutti”.

Becir Omeragic Stanislav Lobotka Juan Foyth ranking uefa Casa Milan Demiral

È un momento complicato anche per i dirigenti: “Vorrei essere in campo qualche volta, ma questo è normale: si rimane calciatori dentro. Da dirigente provi a pensare come migliorare squadra e ambiente, essere vicini ai ragazzi e aiutare l’allenatore. La difficoltà è quando non vedi certe cose che avrebbero dovuto essere chiare nelle letture. Ma la squadra è molto giovane, questa è la politica della società. Perdere fa sempre male, vorremmo essere subito competitivi, ma sappiamo che non lo possiamo essere, ci vuole un po’ di tempo. In un anno o in sei mesi non si può rifare il Milan di Berlusconi. Riposarsi? Mica tanto, non sarà un bel Natale”.

TAG:
Atalanta-Milan Boban

ultimo aggiornamento: 22-12-2019


Pioli: “Prova gravemente insufficiente, ma non possiamo essere questi”

Pioli: “Siamo delusi, dobbiamo rimediare a questa brutta sconfitta”